Lombardia sport dilettantistici
(Photo by FRANCK FIFE / AFP) (Photo by FRANCK FIFE/AFP via Getty Images)

Stop calcio dilettanti – Il Dpcm emanato dal governo ha introdotto una serie di misure per prevenire la diffusione del Coronavirus. La nuova normativa chiude alcune attività agonistiche a livello dilettantistico e giovanile. Sono vietate infatti tutte le gare dilettantistiche a livello provinciale. Sì invece a partite e gare sportive a livello regionale e nazionale per professionisti e dilettanti.

Nella giornata di ieri la Federcalcio ha diramato l’elenco delle categorie, e dei rispettivi campionati, che saranno fermati fino al 13 novembre. Viene così esplicitato il cosiddetto livello “provinciale”, mentre andranno avanti i tornei nazionali e regionali.

Sono sospesi i campionati delle seguenti categorie: Terza Categoria; Juniores Under 19 provinciali; serie D di calcio a 5 maschile e femminile; Allievi provinciali maschili e femminili (Under 17 e Under 16); Giovanissimi provinciali maschili e femminili (Under 15 e Under 14); Esordienti (Under 13 e Under 12); Pulcini (Under 11 e Under 10); Primi calci (Under 9 e Under 8); Piccoli amici (Under 7 e Under 6). Resterà la possibilità per queste categorie di poter svolgere allenamenti individuali, senza partite.

Il discorso si amplia in Lombardia (e forse in Campania) e nella provincia autonoma di Bolzano, dove si fermeranno anche i tornei regionali.

Nell’ordinanza della Regione Lombardia si legge: “Sono sospese tutte le gare e le competizioni riconosciute di interesse regionale, provinciale o locale dal CONI, dal CIP e dalle rispettive federazioni sportive nazionali, discipline sportive associate ed enti di promozione sportiva. Gli allenamenti e la preparazione atletica possono essere svolti individualmente. Le società e le associazioni dilettantistiche devono garantire il rispetto delle misure di prevenzione, tra cui il mantenimento di almeno due metri di distanza tra ciascuna persona”.