Gravina playoff Serie A
Gabriele Gravina, (Photo Cesare Purini / Insidefoto)

“Negli ultimi giorni si sono susseguite una serie di dichiarazioni che alimentano confusione e inutili tensioni” sul protocollo anti-Covid, per il quale la Figc ha seguito un percorso condiviso con “i ministri Speranza e Spadafora”, dove al momento “la questione stadi è in secondo piano”. Lo afferma il presidente Figc, Gabriele Gravina commentando le polemiche sulla richiesta di modifica del protocollo per il calcio professionistico validato dal CTS.

“Quello che chiediamo è l’applicazione rigorosa del protocollo in essere da parte di tutti, perché rappresenta l’unico strumento attuabile in grado di garantirci il prosieguo delle competizioni sportive, così come sono iniziate”.

“La Figc – aggiunge Gravina – ha condiviso un percorso chiaro con i ministri Speranza e Spadafora e solo grazie al rapporto di fiducia e collaborazione che si è instaurato potremo fronteggiare tutte le difficoltà connesse a questa terribile pandemia. Siamo consci che, con una tale recrudescenza dei contagi, in questo momento la riapertura degli stadi deve essere necessariamente messa in secondo piano”.