Mozione giunta Bartomeu
(Photo by Josep LAGO / AFP) (Photo by JOSEP LAGO/AFP via Getty Images)

Josep María Bartomeu starebbe analizzando i pro e i contro delle dimissioni e dell’abbandonare la presidenza del Barcellona prima che si arrivi a votare la mozione di sfiducia nei confronti della sua giunta, tra il 19 e il 30 ottobre.

Lo riporta la stampa spagnola, spiegando che non è la prima volta che Bartomeu prende in considerazione questa possibilità, lo ha già fatto il giorno dopo che la piattaforma “Més que una moció” presentò le firme con un margine di errore che ora è stato confermato più che sufficiente, ma poi fece marcia indietro.

La valutazione di Bartomeu su eventuali dimissioni anticipate si basa soprattutto su due punti. Il primo è l’aver portato a termine il calciomercato, con il quale sarebbe già stato raggiunto uno degli obiettivi, visto che la rosa del Barcellona è già stata definita con le entrate e le uscite.

Il secondo invece riguarda il fatto di portare i soci a votare per due volte in un arco di tempo di soli tre mesi, con le difficoltà che ne conseguono a causa dell’emergenza Coronavirus in corso. Per questo il presidente del club sta valutando quanto sia necessario arrivare a questo punto.