Un'immagina della partita tra Napoli e Genoa (foto Getty Images)

La decisione della ASL di Napoli di bloccare la partenza dei giocatori del Napoli per Torino in vista della sfida di domani con la Juventus potrebbe portare, almeno sulla carta, alla sconfitta degli azzurri a tavolino per 3-0.

L’ipotesi, avanzata nel corso della trasmissione Sky Saturday Night dal giornalista Luca Marchetti, sembrerebbe essere concreta, almeno stando a quanto prevede attualmente il protocollo della Figc sulla prevenzione del Covid-19.

Secondo il protocollo della Figc, in caso di caso di positività, per gli spostamenti si deve far riferimento alla propria Asl di competenza, che deve concedere l’autorizzazione ed eventualmente, una volta negata, decidere se mettere la squadra in isolamento fiduciario presso le proprie rispettive abitazioni o in una struttura alberghiera.

Il Napoli, dunque, è impossibilitato a raggiungere Torino e per questo, anche se al momento avrebbe a disposizione un numero di giocatori negativi sufficiente per giocare la partita. Condizione che, in assenza di interventi delle autorità sportive sulle regole in essere, potrebbero rendere paradossalmente concreta l’ipotesi della sconfitta a tavolino per il Napoli.

Il buon senso sembrerebbe tuttavia escludere questa possibilità, proprio alla luce del fatto che la squadra allenata da Rino Gattuso è stata bloccata da una decisione dell’autorità sanitaria locale.

«Bisognerà per forza di cosa aspettare aggiornamenti ed eventuali decisioni in merito da parte del Cts e della Lega Calcio», scrive il sito di Sky Sport.

Nel frattempo, i giocatori del Napoli resteranno ovviamente in isolamento fiduciario, in attesa di sottoporsi a un nuovo giro di tampoi, previsto per la mattinata di domenica 4 ottobre. Giornata nella quale, molto probabilmente, si capirà qualcosa in più. Anche per il prosieguo del campionato.