Jan Petter Hauge (foto Ac Milan)

Jens Petter Hauge è ufficialmente un nuovo giocatore del Milan. L’attaccante norvegese, classe 1999 (compirà 21 anni il 12 ottobre), è stato acquistato dai rossoneri dal Bodø/Glimt, squadra contro la quale il Milan ha disputato, vincendo per 3-2 il secondo turno preliminare di Europa League.

Proprio nel corso della sfida tra i rossoneri e i norvegesi Hauge, che è un esterno offensivo ma sa adattarsi anche a giocare da prima punta, ha saputo mettersi in luce agli occhi della dirigenza milanista, presenta al gran completo in tribuna a San Siro, e dell’allenatore Stefano Pioli, disputando un’ottima prestazione coronata da un assist e una rete.

Una prestazione che è servita a convincere i vertici del Milan ad accendere il semaforo verde all’acquisto del calciatore, da tempo nel mirino del dipartimento scouting del club guidato da Geoffrey Moncada.

Cresciuto nelle giovanili del Bodø/Glimt, il ventenne Hauge, che ha da poco ricevuto la prima convocazione nella nazionale maggiore della Norvegia, rappresenta un acquisto in linea con la filosofia scelta dal fondo Elliott per costruire il Milan del futuro: puntare sui giocatori giovani e di prospettiva da valorizzare nel corso degli anni.

Un’operazione che andremo ad analizzare con il Moneyfarm Score, l’algoritmo sviluppato da Moneyfarm che consente di stimare il valore atteso di ogni calciatore e confrontarlo con le condizioni economiche dell’operazione di trasferimento.

L’operazione Hauge-Milan sotto la lente di Moneyfarm

Valutazione Hauge Milan Moneyfarm
L’indice Moneyfarm si basa su un algoritmo che permette di stimare il valore di ogni calciatore e confrontarlo alle condizioni economiche dello scambio e del contratto, così da offrire una lettura più scientifica dei colpi di mercato di questa stagione 2020/2021

Hauge voto 3.2/5: «La valutazione Moneyfarm di Hauge è di 3.2/5. Valutazione alta per un giocatore non molto conosciuto, che vanta però statistiche eccellenti pur se in un campionato minore. Il costo è d’occasione, tutelando il Milan anche in caso il giocatore non dovesse riconfermare in serie A quanto di buono fatto vedere in Norvegia. L’attaccante norvegese ha firmato infatti un contratto di 5 anni per 1 milione a stagione e un costo di cartellino di 5 milioni, che garantisce al Milan un impatto a bilancio molto contenuto», spiegano gli esperti di Moneyfarm.

«In finanza sarebbe definito come colpo strategico, dove ciò che viene pagato è il potenziale futuro del giocatore stimato a +80% in un anno. Sullo score incidono le condizioni economiche vantaggiose a cui si aggiungono alcuni indicatori di grande potenziale come la giovane età, l’alta goal participation, i risultati positivi della scorsa stagione (nel Bodø/Glimt ha totalizzato 14 gol e 9 assist in 17 partite) e il passaggio da un club di seconda fascia a uno principale. Questi numeri, uniti alla giovane età e al costo molto basso, sono valutati dal modello come quelli di un giocatore con altissimo potenziale di crescita, sia in termini di performance sia in termini di eventuali plusvalenze. Hauge rappresenta quindi un ottimo investimento in linea con la filosofia scelta dai rossoneri di puntare sui giocatori giovani e di prospettiva da valorizzare nel corso degli anni».

L’operazione Hauge-Milan, i dettagli del trasferimento

Come tutte le operazioni del calciomercato del Milan per il 2020-2021 anche l’acquisto Hauge è stato vagliato dal “comitato investimenti” composto dall’ad Ivan Gazidis, dal dt Paolo Maldini, dal direttore sportivo Ricky Massara e da altri manager del club, tra cui un rappresentante del fondo Elliott.

Nel dettaglio, dopo una trattativa durata pochi giorni, Milan e Bodø/Glimt si sono accordati per un trasferimento di Hauge in rossonero a titolo definitivo per una cifra di circa 5 milioni di euro: una via di mezzo tra l’offerta del Milan (4 milioni di euro) e la richiesta del club norvegese (6 milioni di euro).

Dopo qualche cautela iniziale il club rossonero ha deciso di accelerare sulla chiusura dell’affare, anche perché la concorrenza iniziava a farsi intensa. Sul giovane esterno norvegese si stavano muovendo anche Manchester United, Manchester City, eRB Lipsia.

L’impatto dell’acquisto di Hauge sul bilancio del Milan sarà dunque contenuto. L’attaccante norvegese ha firmato infatti un contratto di 5 anni. L’ammortamento del cartellino peserà dunque un milione di euro a stagione sui conti del club di Via Aldo Rossi.

A questo si aggiungerà il costo per lo stipendio di Hauge che dovrebbe essere di circa 1 milione di euro netti a stagione.

***

Vai a segno con i tuoi investimenti.
Scopri la consulenza Moneyfarm

Moneyfarm è una società di Gestione del risparmio scelta da oltre 40.000 investitori in Europa. Grazie al suo sistema innovativo e altamente tecnologico è stata nominata miglior consulente finanziario indipendente in Italia per cinque anni consecutivi.