fiorentina multa cori napoletani
Tifosi Fiorentina (Foto Andrea Staccioli / Insidefoto)

Fiorentina-Sampdoria 1000 tifosi – Per il match tra Fiorentina e Sampdoria in programma venerdì 2 ottobre alle ore 20.45 allo stadio Artemio Franchi sarà consentito l’accesso ad un massimo di mille spettatori. E’ quanto prevede l’ordinanza n. 86 firmata dal presidente uscente della Regione Toscana, Enrico Rossi, che detta le linee guida per consentire la partecipazione del pubblico agli eventi e alle competizioni sportive.

La disposizione riguarda gli eventi e le competizioni sportive riconosciuti di interesse nazionale e regionale che si svolgeranno sul territorio toscano, nelle giornate di venerdì 2, sabato 3, domenica 4 e lunedì 5 ottobre 2020. La presenza di pubblico, si spiega in una nota della Regione, è consentita nella misura del 25% della capienza autorizzata per l’impianto dalla Commissione provinciale o locale di vigilanza sui locali di pubblico spettacolo e dalle normative in tema di prevenzione incendi, e comunque nel rispetto del limite massimo di 1.000 spettatori all’aperto e di 200 spettatori al chiuso.

Nell’ordinanza si legge: “Gli spettatori devono indossare la mascherina durante tutta la permanenza all’interno dell’impianto, sia al chiuso che all’aperto.  La presenza del pubblico è consentita esclusivamente nei settori nei quali sia possibile assicurare la prenotazione e assegnazione preventiva e nominale del posto a sedere ai singoli spettatori. Non è pertanto consentita la fruizione di spazi da cui assistere in piedi alle gare. I posti a sedere devono essere assegnati in modo da garantire il distanziamento interpersonale sia laterale che frontale di almeno 1 metro tra testa e testa. Al fine di garantire un’adeguata organizzazione preventiva dell’evento, questa misura del distanziamento viene applicata anche per i nuclei familiari, i conviventi ed i congiunti. 

L’acquisto dei biglietti dovrà essere effettuato esclusivamente on-line e/o in prevendita per evitare code e assembramenti alle biglietterie, che il giorno dell’evento dovranno restare chiuse. Il titolo di accesso, in ogni caso, deve essere nominale con assegnazione preventiva del posto a sedere numerato. Anche gli accrediti emessi a favore di categorie specifiche (stampa, disabili, sponsor, etc.) saranno gestiti nominalmente.

Deve essere previsto un servizio di controllo sull’osservanza delle misure di prevenzione con personale appositamente incaricato e formato ed in numero adeguato rispetto al pubblico previsto per l’evento. Tale personale dovrà essere fornito di una quota aggiuntiva di mascherine da mettere eventualmente a disposizione del pubblico in caso di necessità. Dovrà essere rilevata la temperatura corporea sia per il personale che per il pubblico, impedendo l’accesso in caso di temperatura superiore a 37,5 °C.

È vietato introdurre all’interno dell’impianto striscioni, bandiere o altro materiale.  

Al termine della manifestazione, per il deflusso degli spettatori, deve essere previsto uno scaglionamento a gruppi tramite un programma definito, diffuso dallo speaker e coordinato dal personale di vigilanza accuratamente formato. Al fine di evitare assembramenti non è consentita l’attività dei bar, dei punti di ristoro e dei distributori automatici di alimenti e bevande. L’eventuale distribuzione di bevande e snack potrà avvenire mediante addetti che circolano nelle tribune, senza che il pubblico debba lasciare il posto assegnato”.