Bundesliga diritti tv estero riduzione valore
(Photo by Martin Rose/Getty Images)

Bundesliga diritti tv estero riduzione valore – Secondo quanto riporta SportsPro, la DFL potrebbe dover affrontare un calo del 20% del valore totale dei suoi contratti di trasmissione all’estero per la stagione 2020/21 rispetto ai 250 milioni di euro che Bundesliga International, la divisione vendite all’estero della lega tedesca, ha ottenuto l’anno scorso.

Questo deficit di 50 milioni di euro arriva nonostante un aumento della quantità di accordi individuali, con le difficili condizioni economiche create dalla pandemia di coronavirus che ha colpito i titolari dei diritti. Dopo aver abbandonato l’accordo quinquennale per 80 territori con Fox, Bundesliga International si è assicurata quasi 50 accordi per i diritti tv esteri, rispetto ai 20 del ciclo precedente.

Per il prossimo ciclo dei diritti, Bundesliga International aveva già svolto alcune attività chiave. Per esempio nel settembre 2019 si è assicurata un accordo quinquennale per la trasmissione negli USA del massimo campionato tedesco con ESPN dal valore di 35 milioni di euro a stagione, che inizierà nel 2021/22. A febbraio, invece, ha firmato un contratto quadriennale, ovvero fino alla conclusione del campionato 2024/25, con Nordic Entertainment (Nent) per i diritti della Bundesliga in Danimarca, Finlandia, Islanda, Norvegia e Svezia dal valore di 17 milioni di euro a stagione.

Anche in piena pandemia, a maggio, la Bundesliga è stata in grado di stipulare un accordo quadriennale con l’emittente televisiva giapponese Sky PerfecTV per lo stesso periodo dell’accordo con Nent e con un valore di poco inferiore, pari a 16 milioni di euro per stagione, un terzo in più rispetto al precedente contratto in quel mercato.

BeIN Sports ha annunciato di non voler rinnovare l’accordo per la trasmissione della Bundes nella regione MENA, a causa dell’impatto della pirateria televisiva. Robert Klein, amministratore delegato della Bundesliga International, ha affermato che sono in corso colloqui con altre emittenti per coprire la regione, mentre nell’Africa sub-sahariana un partner di trasmissione in lingua inglese deve ancora essere confermato. BeIN, da parte sua, non si è completamente allontanata dalla Bundesliga, tenendo partnership di trasmissione in altri territori come Francia e Nuova Zelanda.

Un mercato in cui sono state trovate soluzioni di trasmissione innovative è l’America Latina, dove la durata dei contratti varia da uno a tre anni. La Bundeliga ha ora partnership di trasmissione multi-outlet in atto in Messico, Brasile e un accordo per la trasmissione in 17 nazioni con il gigante delle telecomunicazioni América Móvil.