Tifosi a San Siro tra mascherine e distanziamento (Photo by Marco Luzzani/Getty Images)

De Siervo tifosi stadio“Il 25% degli spettatori negli stadi non è un dogma: si può partire in modo graduale, con step intermedi. Siamo tutti allineati sulla ripresa dei campionati con la massima attenzione alle curve dell’epidemia ma riteniamo di poterci avvicinare all’obiettivo del 25% con step intermedi”. Lo ha detto l’amministratore delegato della Lega Serie A Luigi De Siervo ai microfoni di “Radio anch’io sport” su Rai Radio 1 in merito al tema della riapertura degli stadi.

“Il calcio non vuole un trattamento privilegiato rispetto ad altri settori, ma neanche essere svantaggiato: vogliamo ripartire con buon senso senza forzare i tempi, nei nostri stadi abbiamo la possibilità di distanziare i tifosi anche a dieci metri” ha sottolineato l’ad della Lega.

“Sono stato a Budapest per la Supercoppa Europea (per la sfida tra Bayern Monaco e Siviglia, disputata alla Puskás Aréna di Budapest è stato ammesso il pubblico, l’ingresso è stato concesso ad un numero di tifosi pari al 30% della capienza) uno spettacolo importante: sono andato per capire come l’Uefa avrebbe gestito i flussi, c’era un protocollo meno severo del nostro, ma si può fare, con la massima attenzione per le regole”, ha chiosato.