Alvaro Morata (Photo by Denis Doyle/Getty Images)

La Juventus trova il suo centravanti. Dopo lo stallo per l’operazione Dzeko, legato al mancato arrivo in giallorosso di Milik, il club bianconero ha puntato su Alvaro Morata: un ritorno per l’attaccante spagnolo classe 1992, che aveva già giocato con la Juventus dal 2014 al 2016, conquistando due scudetti, due Coppa Italia, una Supercoppa e disputando la finale di Champions League nel 2014/15 persa contro il Barcellona.

Accontentate così le richieste di Andrea Pirlo, che voleva il centravanti il prima possibile: saltato (almeno per il momento) l’affare Dzeko, la Juventus nel giro di 48 ore ha chiuso l’operazione con l’Atletico Madrid per l’attaccante spagnolo, che vestiva la maglia dei colchoneros dal gennaio 2019 (prima in prestito dal Chelsea e poi dal gennaio 2020 a titolo definitivo).

Una operazione che assomiglia ad un leasing e che potrebbe portarte nelle casse dell’Atletico Madrid fino a 45 milioni di euro nei prossimi anni per la cessione di Morata: un valore dell’affare che andremo ad anallizare con il Moneyfarm Score, l’algoritmo sviluppato da Moneyfarm che consente di stimare il valore di ogni calciatore e confrontarlo con le condizioni economiche dell’operazione di trasferimento.

L’operazione Morata-Juventus sotto la lente di Moneyfarm

L’indice Moneyfarm si basa su un algoritmo che permette di stimare il valore di ogni calciatore e confrontarlo alle condizioni economiche dello scambio e del contratto, così da offrire una lettura più scientifica dei colpi di mercato di questa stagione 2020/2021. Scopri di più

Morata voto 4.1/5: «Colpo a sorpresa della Juventus che riporta a Torino l’attaccante spagnolo. Una prima punta che può inserirsi alla perfezione nell’idea di calcio di Mister Pirlo», spiegano gli esperti di Moneyfarm«Fiuto del gol (nella scorsa stagione ha realizzato 16 gol, di cui 12 su 34 presenze ne La Liga con xG di 17,3), lavoro sporco al servizio della squadra (sempre per La Liga parliamo di 59% di contrasti vinti, 65% passaggi completati, 2 assist) e l’età (27 anni), oltre ad una vasta esperienza internazionale, determinano in parte l’alto score dato all’operazione». 

«Ma sono soprattutto i dettagli economici dell’operazione ad incidere in maniera maggiore. Morata torna in bianconero con la formula del prestito per 10 milioni (rinnovabile per un ulteriore anno) e un diritto di riscatto fissato a 45 milioni (35mln in caso di rinnovo prestito), incidendo in maniera contenuta sul bilancio della Juventus». 

«Anche l’ingaggio è decisamente favorevole in quanto lo spagnolo ha firmato per 5mln+ bonus a fronte dei 9mln percepiti all’Atletico Madrid. È il classico colpo che definiremmo strategico (data l’età e le performance passate e potenziali future), chiuso a condizioni tattiche».

Morata-Juventus, i dettagli dell’operazione

Le cifre dell’operazione sono state rese note dalla Juventus ufficializzando l’acquisto nella serata del 22 settembre.

“Juventus Football Club S.p.A. comunica di aver raggiunto un accordo con la società Atletico de Madrid per l’acquisizione, a titolo temporaneo fino al termine della stagione sportiva 2020/2021, del diritto alle prestazioni sportive del calciatore Álvaro Morata a fronte di un corrispettivo di € 10 milioni, pagabili interamente nel corso di questo esercizio”, si legge nel comunicato del club.

Inoltre, l’accordo prevede:

  • La facoltà da parte di Juventus di acquisire a titolo definitivo le prestazioni sportive del giocatore entro il termine della stagione 2020/2021 a fronte di un corrispettivo di € 45 milioni, pagabili in 3 esercizi;
    • La facoltà da parte di Juventus di estendere l’acquisizione a titolo temporaneo fino al termine della stagione 2021/2022 a fronte di un corrispettivo di € 10 milioni;
    • La facoltà da parte di Juventus di acquisire a titolo definitivo le prestazioni sportive del giocatore entro il termine della stagione 2021/2022 a fronte di un corrispettivo di € 35 milioni, pagabili in 3 esercizi.

Il totale è sempre di 55 milioni. Ma dopo uno o due anni la Juve potrà anche non riscattare Morata e lasciarlo tornare all’Atletico Madrid (che nel frattempo lo sostituirà con Suarez).

 

Morata-Juventus, stipendio e impatto a bilancio

Secondo le indiscrezioni, Morata avrebbe firmato un contratto con la Juventus da 5 milioni di euro a stagione, che potrebbe salire a 7,5 milioni di euro grazie ai bonus: inoltre, sarebbe prevista una ulteriore crescita per la cifra nel caso in cui il prestito venisse rinnovato anche per il 2021/22 o se la Juventus decidesse di riscattarlo già entro il 30 giugno 2021.

Per quanto riguarda l’impatto a bilancio, un aiuto ai conti bianconeri potrebbe arrivare dal Decreto Crescita e dai benefici fiscali per i lavoratori impatriati: norma per cui serve, tuttavia, che il giocatore mantenga la residenza in Italia almeno per due anni e quindi applicabile solo nel caso in cui venga rinnovato il prestito o Morata venga riscattato.

Il costo annuo per la prima stagione sarà quindi pari a circa 19,25 milioni di euro se non venisse utilizzata la norma del Decreto Crescita (10 milioni per il prestito e 9,25 milioni circa per lo stipendio lordo), cifra che scenderebbe a 16,55 milioni nel caso in cui venisse invece utilizzata (10 milioni per il prestito e 6,55 milioni circa per lo stipendio lordo).

***

Vai a segno con i tuoi investimenti.
Scopri la consulenza Moneyfarm

Moneyfarm è una società di Gestione del risparmio scelta da oltre 40.000 investitori in Europa. Grazie al suo sistema innovativo e altamente tecnologico è stata nominata miglior consulente finanziario indipendente in Italia per cinque anni consecutivi.