(foto Sky)

Nuovo addio in Sky Italia. Dopo Riccardo Pugnalin, responsabile Communication and Public affairs, ha lasciato la pay tv di Comcast anche Giovanni Ciarlariello, chief media, digital & data officer. Lo riporta MF – Milano Finanza.

In Sky dal 2015 con la responsabilità dell’area operations&business, Ciarlariello “ha dato un contributo fondamentale, insieme al suo team, nel percorso di trasformazione del nostro approccio al cliente in ottica multipiattaforma, ponendo sempre la user experience come priorità numero uno e ponendo le basi per la trasformazione strategica del nostro Customer Care attualmente in corso di realizzazione”, è il testo della mail circolata all’interno della società per annunciare l’addio del responsabile della concessionaria di pubblicità.

Ciarlariello, che aveva ricoperto ruoli in Google e Ing Direct prima di approdare alla pay tv,  ha portato Sky Media a diventare una delle prime cinque concessionarie pubblicitarie in Italia in ambito digitale pur partendo da zero e a realizzare performance migliori del mercato.

Secondo MF – Milano Finanza, inoltre, potrebbe non essere l’ultima uscita dall’emittente in questi mesi. La pay tv di Comcast, infatti, starebbe lavorando alla definizione di un piano di ristrutturazione e riorganizzazione interna che prevede tagli e uscite a vari livelli.

Un piano che potrebbe concretizzarsi da gennaio 2021 e che riguarderebbe il taglio di almeno 350 dipendenti, tra dirigenti, quadri, impiegati, personale amministrativo e giornalisti, su un organico complessivo della pay tv basata a Milano, nel quartiere generale di Rogoredo, che supere la 4 mila unità.