Steven Zhang e Beppe Marotta (Photo by Emilio Andreoli/Getty Images )

«Il calcio sta vivendo un momento delicatissimo, turbolento, a livello internazionale, questo atteggiamento di prudenza non riguarderà solo questa sessione di mercato, ma dovrà essere rispettato anche in futuro. Fa parte di un messaggio di continuità all’ interno di un progetto di stabilità finanziaria. Vendere e poi comprare? Anche questa indicazione è rivolta a un programma di crescita costante della società e della squadra». Così il presidente dell’Inter Steven Zhang, in una intervista al Corriere della Sera.

«L’Inter guarda e lavora rispettando un cammino di innovazione, di apertura e sensibilizzazione verso i giovani. Dobbiamo essere pronti e attenti alle esigenze del mondo giovanile, la sfida dell’Inter va oltre la partita, il campo di gioco: dobbiamo avere una capacità di dialogo, di attrazione verso i ragazzi. Tutto questo si inquadra in un cammino di crescita costante della società».

«Messi? No, un investimento simile non può rientrare nel nostro progetto. Almeno non in questo momento. Innovazione, programmazione, crescita costante, stabilità economica sono i nostri caposaldi. Percorrendo questa strada, che prevede una pianificazione a lungo termine, arriveremo ai risultati e ai traguardi programmati, riporteremo l’ Inter ai livelli nazionali e internazionali che le competono», ha concluso.