Milan A2A energia concorso
(Photo by Marco Luzzani/Getty Images)

Milan quanto vale Europa League – Prende il via la stagione del Milan. I rossoneri di Stefano Pioli scendono in campo questa sera per il primo impegno ufficiale del 2020/21. Ibrahimovic e compagni affrontano gli irlandesi dello Shamrock Rovers, primo scoglio nei turni preliminari della UEFA Europa League.

Ma quanto vale l’accesso alla competizione? Il Milan non ha partecipato ad alcuna competizione UEFA la scorsa stagione, mentre nel 2018/19 i rossoneri hanno preso parte all’Europa League, venendo però eliminati all’ultima gara della fase a gironi (sconfitta decisiva con l’Olympiacos).

In quella stagione i ricavi derivanti dalla partecipazione all’Europa League ammontarono a 14,6 milioni di euro, meno di un terzo di quelli del Chelsea di Maurizio Sarri, vincitore della competizione. I Blues portarono a casa 46,3 milioni. Nello specifico, i ricavi del Milan furono così suddivisi:

  • Accesso alla fase a gironi: 2.750.000 euro
  • Ranking storico: 3.214.350 euro
  • Market Pool: 6.536.649 euro
  • Risultati nelle gare del girone: 2.056.000 euro

Dunque, l’accesso alla fase a gironi sarà fondamentale. Soprattutto in una stagione che – come quella precedente – sarà influenzata dall’emergenza Coronavirus, in particolare per quanto riguarda i ricavi da biglietteria, ma non solo.

«Si sono visti importanti accordi per sconti ai principali broadcaster, sia a livello nazionale che internazionale. Abbiamo visto sconti per 330 milioni in Premier League, 200 milioni in Bundesliga, siamo nel processo di finalizzare le cifre con l’UEFA che prevedono una riduzione di 575 milioni per i diritti tv delle competizioni internazionali, soldi che non saranno distribuiti, che colpiranno il top della nostra piramide», ha detto Andrea Agnelli poco più di una settimana fa, in qualità di presidente dell’ECA.

Milan quanto vale Europa League – L’accesso alla fase a gironi

Dunque, la prossima edizione della UEFA Europa League sarà inevitabilmente più “povera”. In ogni caso – in attesa di cifre ufficiali – il passaggio alla fase a gironi potrebbe portare (basandoci sui dati della stagione scorsa) 2,92 milioni di euro. A questi vanno aggiunti 260 mila euro di secondo turno preliminare e 280 mila di terzo turno preliminare. Gli spareggi (ultimo turno prima dei gironi) portano in dote 300 mila euro, che vengono però assegnati solo in caso di mancato superamento del turno.

Una volta arrivati ai gironi, i rossoneri potranno poi contare su altre fonti di ingresso: una quota fissa assegnata dalla UEFA, una legata ai risultati (570 mila a vittoria e 190 mila a pareggio) e alla posizione nel girone, più gli incassi da market pool, coefficiente UEFA e – in caso di riapertura degli stadi – dal botteghino.

SEGUI SHAMROCK ROVERS-MILAN IN STREAMING SU DAZN. CLICCA QUI PER ABBONARTI