Milan minusvalenza Andrè Silva
Andrè Silva (Photo by Alex Grimm/Getty Images)

Milan minusvalenza Andrè Silva – Il Milan saluta André Silva. Il club rossonero ha ufficializzato infatti la cessione dell’attaccante portoghese all’Eintracht Francoforte, che aveva acquistato il giocatore nella passata stagione in prestito, con Ante Rebic che aveva fatto il percorso inverso.

“AC Milan comunica di aver ceduto, a titolo definitivo, le prestazioni sportive del calciatore André Miguel Valente da Silva all’Eintracht Francoforte. Il Club rossonero augura al calciatore le migliori soddisfazioni per le prossime stagioni sportive”, si legge in un comunicato del Milan. La società tedesca ha confermato l’operazione in una nota sul sito, ufficializzando la firma del portoghese fino al 2023.

“Negli ultimi mesi abbiamo visto di che tipo di prestazione è capace André. Non per niente è stato il secondo miglior attaccante della Bundesliga dopo la ripresa. È un attaccante giovane che, a 24 anni, ha ancora potenzialità di sviluppo. Siamo convinti di poterlo portare a un livello ancora più alto qui a Francoforte e siamo felici di esserci legato ad un forte attaccante fino all’estate 2023″, le parole del direttore sportivo Fredi Bobic.

L’avventura rossonera per Andrè Silva si conclude così dopo una sola stagione intera a Milano nel 2017/18, in cui ha disputato 40 partite mettendo a segno 10 reti, a cui si aggiunge una presenza ad inizio stagione nel 2019/20.

Milan minusvalenza Andrè Silva, le cifre

Acquistato dal Porto nell’estate 2017 per 34,6 milioni, dopo due stagioni il valore a bilancio dell’attaccante al 30 giugno 2019 era pari a circa 20,8 milioni di euro, secondo quanto si legge nel bilancio del Milan, con ammortamenti per complessivi 13,8 milioni (6,9 milioni annui).

Dopo l’ultima stagione, trascorsa in prestito all’Eintracht, il valore è sceso ulteriormente dopo 6,9 milioni di ammortamenti: al 30 giugno 2020, quindi, il valore è di circa 13,8 milioni.

La cessione al club tedesco, secondo quanto riportato dalla Bild in Germania, permette al Milan di incassare 9 milioni di euro: cifra che, nel caso venisse confermata, farebbe realizzare al club rossonero una minusvalenza di circa 3,7 milioni di euro considerando gli ulteriori due mesi (luglio-agosto) di ammortamenti del valore del giocatore. L’impatto a bilancio, tuttavia, sarebbe positivo, poiché la cessione permetterebbe comunque al Milan di risparmiare nell’esercizio 2020/21 6,9 milioni di euro di ammortamenti.