Paolo Scaroni, presidente del Milan, vuole rivedere i rossoneri tra le grandi d’Europa. L’uomo scelto da Elliott è fermamente convinto che per raggiungere questo obiettivo un passo importante, se non fondamentale, sia la costruzione del nuovo stadio, così come ha sottolineato anche il CEO rossonero Ivan Gazidis: “Servono molte cose per tornare al vertice, ma lo stadio, per me, è l’elemento fondamentale”.

Il presidente del club di via Aldo Rossi ha dichiarato in un’intervista rilasciata al Daily Mail: “Penso che un nuovo stadio sia l’unico modo con cui la nostra società può tornare a sfidare ancora una volta i top club a livello europeo, squadre del calibro di Liverpool, Real Madrid e Bayern Monaco. Questi club guadagnano oltre 100 milioni di euro di entrate dal loro stadio (il Milan ne guadagna 34). Come puoi competere in un mondo in cui abbiamo il fair play finanziario se non hai la stessa fonte di entrate?”.

“Se avessimo avuto 70 milioni di euro in più dei 34 milioni di euro di entrate da stadio a stagione, moltiplicati per i cinque anni da quando sono al Milan, si otterrebbero 350 milioni di euro di ricavi aggiuntivi – spiega Scaroni – . Non so cosa avrebbero potuto fare i proprietari con questi soldi, ma questo è il carburante di cui hai bisogno per migliorare la squadra.”

Per quanto riguarda il vecchio San Siro, l’idea di Scaroni è chiara: “Dal mio punto di vista, quello che mi piace di San Siro è che hai una buona visuale del campo, ma tutto il resto è piuttosto negativo e antiquato. Se la regina viene a vedere il Milan, avremmo solo una stanza adatta a lei”.