Alaves-Barcellona streaming
Lionel Messi (Photo Paco Larco / Panoramic / Insidefoto)

Stipendio Messi – Il Barcellona si affiderà ancora una volta a Leo Messi per riuscire a mettere in bacheca l’ennesima Champions League, dopo aver visto trionfare in campionato i rivali storici del Real Madrid. Primo ostacolo da superare è il Napoli di Gennaro Gattuso. Si parte dall’1 a 1 del San Paolo. Fischio d’inizio della sfida di ritorno al Camp Nou alle ore 21 di sabato 8 agosto.

Il campione argentino vuole aggiungere un altro trofeo al suo palmares che conta già di 34 trofei che lo rendono il calciatore più vincente della storia del Barcellona: 10 campionati spagnoli (2005, 2006, 2009, 2010, 2011, 2013, 2015, 2016, 2018 e 2019), 6 Coppe del Re (2009, 2012, 2015, 2016, 2017 e 2018), 8 Supercoppe spagnole (2005, 2006, 2009, 2010, 2011, 2013, 2016 e 2018), 4 Champions League (2006, 2009, 2011 e 2015), 3 Supercoppe UEFA (2009, 2011 e 2015) e 3 Coppe del mondo per club (2009, 2011 e 2015). Oltre a ciò, è il miglior marcatore di sempre del club catalano, della Liga spagnola.

Il 6 volte Pallone d’Oro, che si è suddiviso il palcoscenico del calcio mondiale con Cristiano Ronaldo, in un dualismo che ha segnato gli ultimi 12 anni, ha sempre vestito la maglia del Barcellona, cresciuto nella cantera blaugrana. In totale La Pulce ha disputato 729 match, realizzando 633 reti.

A quello che viene considerato uno dei più grandi giocatori della storia del calcio, se non il migliore, manca solamente un trofeo da conquistare con la propria nazionale. Infatti Messi non è mai riuscito a raggiungere l’obiettivo con l’Albiceleste, sfiorando il traguardo nel Mondiale brasiliano del 2014, sconfitto in finale dalla Germania. Con la maglia della nazionale, di cui è capitano, è andato in rete ben 70 volte, che ne fanno il miglior marcatore della storia della nazionale argentina.

Stipendio Messi – Quanto guadagna La Pulce

Der Spiegel ha rilevato i numeri relativi al contratto sottoscritto da Messi con il Barcellona nel 2017. L’ingaggio fisso della talento argentino sarebbe pari a 71 milioni di euro lordi: di questi, circa 60,3 milioni come stipendio e 10,6 milioni legati ai diritti d’immagine.

Non mancano i bonus nell’accordo. Quelli individuali: 1,9 milioni se Messi gioca oltre il 60% delle partite, 685mila euro con la vittoria del Pallone d’Oro. E quelli di squadra: vincere la Champions League vale complessivamente 12 milioni di euro, di cui 1,9 per la sola qualificazione, 1 milione per la qualificazione agli ottavi, 1,6 milioni per ciascun passaggio ai quarti, semifinale e finale e poi 4,1 milioni in caso di vittoria. Infine la Liga, che vale 2,7 milioni e ulteriori 685mila nel caso in cui il Barcellona vincesse anche la Copa del Rey.

Messi avrebbe incassato una cifra importante anche da ulteriori due bonus ottenuti al momento della firma: uno legato alla firma vera e propria del contratto da complessivi 63,5 milioni, l’altro da 70 milioni come “bonus” fedeltà per il giocatore argentino. Soldi che, in parte, sarebbero serviti a chiudere i contenziosi fiscali che Messi aveva in corso in Spagna.