Niente più scritta “Juventus” sul logo del club bianconero. A tre anni e mezzo dal lancio del nuovo brand, la J stilizzata che ha sostituito lo scudo bianconero con il simbolo di Torino, il percorso di innovazione procede con un’altra novità: il nome non comparirà più sulle maglie da gioco ma anche negli altri utilizzi del club, tra sito, social e la semplice carta intestata.

“Messaggio affidato all’immagine. Questo è il senso profondo, per chi studia i segni, della parola “icona”: un’immagine, o un logo, al quale ci si identifica in modo univoco. Non a caso il logo della Juventus si chiama proprio così: Icon”, si legge in una nota del club bianconero sul proprio sito.  “Fa parte della nostra nuova identità visiva fin dal 16 gennaio 2017, data del suo unveiling al mondo. Finora, però, la avete sempre vista associata al nome Juventus: da oggi c’è qualcosa di differente”.

“Oggi si completa un percorso, iniziato proprio quel giorno, che ci ha portato, anche a livello visivo, a essere un brand globale, che vive nel calcio la sua massima espressione e la sua massima vicinanza a un’audience mondiale. La nuova identità visiva e il brand Juventus sono cresciuti, come visibilità e conseguentemente come awareness, grazie a numerose iniziative in questi anni; ora siamo pronti a fare un ultimo step che ha l’ambizioso obiettivo di essere riconosciuti con un semplice simbolo. Un logo. Un’Icon”. 

“Da qualche settimana, lo avrete notato, abbiamo iniziato a dare concretezza a quest’idea: Juventus è la sua Icon e l’Icon è la rappresentazione più sintetica e completa di quello che è il Club, nel suo profondo, qualcosa che lo racchiude e lo rappresenta al 100%, senza bisogno di ulteriori parole”.

“Il logo della Juventus è la Juventus: è la sua iniziale, è creato dalle strisce bianconere, e ne rappresenta l’ambizione di vittoria, con una linea grafica che idealmente va a comporre quello Scudetto che anche nella prossima stagione sarà sulle nostre maglie”.

“A proposito di maglie: contro la Roma, sulla divisa dei bianconeri ha esordito proprio la versione Icon del logo, completando definitivamente il percorso iniziato quel 16 gennaio 2017. Da allora, i successi e l’ambizione a essere sempre un passo avanti, in campo e fuori dal campo, secondo la filosofia racchiusa dal concetto “Live Ahead”, hanno portato quel simbolo a diventare il logo di un vero e proprio brand, ormai uno dei più riconosciuti al mondo, che rappresenta in profondità ogni aspetto della vita di Juventus”.

“Un brand che grazie alla sua nuova identità, dal 2017 ha potuto affacciarsi, in modo sempre distintivo, in ambiti differenti riuscendo però ad essere sempre coerente e fedele alla proprie radici. Un percorso articolato che è stato fondamentale affinché il simbolo del Club assumesse agli occhi di tutti il suo vero significato: racchiudere e rappresentare l’essenza di Juventus”.