Perché Ilicic non gioca più Atalanta
Josip Ilicic (Photo by UEFA - Handout via Getty Images)

Perché Ilicic non gioca più? In molti se lo stanno chiedendo anche in vista dell’avvicinarsi della partita tra Atalanta e PSG di Champions League.

L’ultima volta che Ilicic ha calcato il terreno di gioco in una gara ufficiale risale allo scorso 11 luglio all’Allianz Stadium nel 2-2 tra la Juventus le sua Atalanta: spento, depotenziato, poi basta.

Da quel giorno Josip Ilicic è sparito dai radar. Tutto ciò che si sa con certezza è che il fantasista della Dea, uno degli uomini simbolo della squadra di Giampiero Gasperini, è da qualche giorno è in Slovenia.

Non si sta allenando, visto che, da quanto si sa, non giocherà il match tra i nerazzurri e il PSG dei quarti di finale di Champions League. Ilicic è in permesso concesso dal club per ritrovarsi e mettersi alle spalle un periodo difficile che lo ha allontanato dal calcio, e dunque dall’Atalanta.

Un recupero che slitta a non si sa quando, forse nemmeno all’inizio della prossima stagione.

Perché Ilicic non gioca – Le parole di Gasperini

Due parole sussurrate dal suo allenatore Gian Piero Gasperini, «gli siamo vicini», altre che rimbalzano «problemi personali» e che come succede quando il mistero è fitto hanno preso la forma di bufale, come quelle di un rapporto in crisi con la moglie Tina.

E ora che succede? Attorno si è alzata una barriera di silenzio che sa di protezione. E di rispetto per un ragazzo che non si sa cosa abbia, ma che di sicuro sta soffrendo. Un ragazzo molto sensibile (al portale croato 24sata a febbraio aveva detto: «Quello che è successo a Davide Astori è stato nella mia testa per giorni. Non riuscivo a dormire, ho pensato: “E se non mi svegliassi la mattina, e se non vedessi la mia famiglia?”»), solitario, con il culto della privacy.

A Zingonia, come ricorda il Corriere della Sera, lo chiamano «la nonna», perché ascolta ogni malanno. «So già cosa mi vuole chiedere, ma io non parlo. Clic», la reazione del manager Amir Ruzniç. Ma non è per morbosità se tutti si chiedono perché Ilicic non gioca più, è che questi tempi hanno già portato via così tanto che il rischio di vedere perduto un talento come il suo fa malinconia.

Perché Ilicic non gioca – Le testimonianze di chi lo conosce

«Ogni tanto lo chiamo per sapere come sta, ma adesso non mi ha risposto – racconta al Corriere della Sera Antonio Sivec, che quando era a Palermo, gli faceva da interprete -. Cosa sta succedendo? Per me si è spaventato con la pandemia. Ma non per sé, per le sue bambine. Lui con loro vuole essere il padre che non ha mai avuto. Tutti quei morti gli avranno ricordato la guerra… sarà sconvolto, altra spiegazione non esiste; questa è paura, paura che ti blocca le gambe». Certezze non ce ne sono.

Perché Ilicic non gioca – L’affetto dei tifosi

I tifosi, anche non sapendo bene i motivi della sua assenza, si sono schierati dalla sua parte soprattutto con iniziative social, il modo più rapido per fargli arrivare il loro sostegno: in tanti hanno cambiato la propria foto profilo di Facebook, Whatsapp e altri social network, sostituendola con quella dello sloveno. Lo hanno rincuorato i compagni, soprattutto quelli ai quali è più legato, che meglio di tutti conoscono il suo cuore ma anche le sue fragilità, i suoi alti e bassi di umore, la difficoltà di riaprire il viso ad un sorriso, nei suoi momenti difficili.

GUARDA ATALANTA-INTER IN DIRETTA SU DAZN. ATTIVA SUBITO IL TUO ABBONAMENTO