Trabzonspor (Photo by STEFAN WERMUTH/AFP via Getty Images)

Il Tribunale Arbitrale per lo Sport (TAS) ha respinto il ricorso presentato dalla società calcistica turca Trabzonspor A.S. (Trabzonspor) contro la decisione emessa dalla Camera giudiziarie dell’Unione per il controllo finanziario dei club UEFA il 3 giugno 2020. Di conseguenza, la decisione è confermata e Trabzonspor rimane “escluso dalla partecipazione a una (1) competizione UEFA per club per la quale si dovesse qualificare nelle stagioni 2020/21 e 2021/22”.

“Il 5 luglio 2019, la Camera giudicante dell’UEFA CFCB ha stabilito che il Trabzonspor non aveva rispettato il requisito del break-even, come richiesto dal settlemente agreement stipulato il 20 maggio 2016 e ha sanzionato il club con l’esclusione condizionale dalla partecipazione a uno (1) Competizioni UEFA per club per le quali si dovesse qualificare nelle stagioni 2020/21 e 2021/22. La sanzione non avrebbe avuto effetto se il club avesse soddisfatto determinate condizioni, incluso il raggiungimento di un obiettivo rispetto ai suoi risultati finanziari per l’esercizio 2019. Nella decisione impugnata, la Camera giudicante dell’UEFA ha stabilito che il Trabzonspor non ha raggiunto l’obiettivo fissato per l’esercizio 2019 e ha imposto la sanzione”.

“Il 13 giugno 2020, il Trabzonspor ha presentato ricorso al TAS per annullare tale decisione. L’arbitrato TAS è stato condotto su base accelerata e le parti sono state ascoltate in videoconferenza il 16 luglio 2020. Dopo aver esaminato le osservazioni e le prove scritte delle parti, l’arbitro unico incaricato della questione ha riscontrato che Trabzonspor non ha raggiunto il risultato di pareggio richiesto per l’esercizio 2019 e ha respinto il ricorso”.