Calciatori giovani con più presenze
Gianluigi Donnarumma (Foto Image Sport / Insidefoto)

Milan rinnovo Donnarumma – Il Milan esce dal 27° turno di campionato rinvigorito dopo la vittoria con il Lecce per 4-1, che ha convinto anche dal punto di vista della prestazione. Un risultato che dà morale nonostante l’avversario non fosse dei più irresistibili.

Pioli però non vuole cali di concentrazione e chiede che i suoi siano già fissati sul prossimo avversario, la Roma di Fonseca. Lo scontro è un crocevia importante per i rossoneri in chiave Europa e andrà in scena a San Siro domenica pomeriggio, con il fischio d’inizio in programma alle 17.15.

Nel frattempo, la società lavora per il futuro e il primo obiettivo è quello di mantenere in rosa le colonne portanti della squadra. Proprio per questo si lavora al rinnovo di Donnarumma. L’estremo difensore ha estimatori in tutta Europa, si era parlato di un forte interessamento del PSG, ma la società rossonera non ha intenzione di rinunciare al suo numero uno.

Stando a quanto riportato dalla Gazzetta dello Sport, Elliott ha incaricato Gazidis di sedersi a un tavolo con l’agente del calciatore – Mino Raiola – e discutere di quello che accadrà nelle prossime stagioni.

Questo Milan dovrà fare attenzione ai conti e al tetto ingaggi, ma Donnarumma è un capitale da preservare. Non soltanto per venderlo eventualmente più avanti a cifre importanti (registrando una corposa plusvalenza), ma anche per certificare la volontà di seguire un progetto a lungo termine che riporti il Milan in alto.

Il contratto di Donnarumma scadrà alla fine della stagione 2020/21. In teoria, già fra pochi mesi il portiere potrebbe, da quasi svincolato, accordarsi con altri club e il Milan rimarrebbe al palo. Un rischio che i dirigenti non vogliono affrontare, per questioni tecniche e anche di immagine.

Per questo si cercherà di offrire il massimo possibile in questo momento particolare, confermando a Donnarumma i 6 milioni a stagione percepiti finora. Uno stipendio più alto è difficilmente proponibile vista la situazione, ma resta da capire se le due parti riusciranno a trovare un punto d’incontro.