milan cinesi san siro
Il sindaco di Milano, Giuseppe Sala (Insidefoto.com)

“Non è un accordo formale, ma un accordo di massima sulle volumetrie”. Così il sindaco di Milano Giuseppe Sala commenta gli ultimi sviluppi sulla trattativa con Inter e Milan per il nuovo San Siro.

Secondo il primo cittadino milanese, si tratta di “un passo necessario, perché le squadre partivano da una richiesta di volumetrie che per noi erano inaccettabili”, ha aggiunto a margine  dell’assemblea del coordinamento lombardo dei lavoratori e delle lavoratrici dello spettacolo nel giardino della Triennale, come riporta Italpress.

L’intesa tra le parti “permette di andare avanti con il processo” ha detto Sala, che ha spiegato anche i prossimi passi. “Perché la Giunta dichiari la pubblica utilità – ha spiegato – deve avere in suo possesso un piano progettuale ed economico-finanziario rifatto. Quindi, nel momento in cui tutto dovesse andare bene, come mi auguro, quanto prima le squadre ci daranno questo piano, tanto prima potremo dichiarare la pubblica utilità”.

Sulle tempistiche, il sindaco ha specificato che “ci vorranno obiettivamente alcuni mesi. Dipende se i club ci danno in fretta questo piano che è fondamentale. Noi oggi non possiamo dare la pubblica utilità sulla base di un vecchio piano e di una dichiarazione d’intenti sui 145mila metri quadrati”.