Claudio Ranieri (Photo Daniele Buffa / Image Sport / Insidefoto)

Claudio Ranieri, tecnico della Sampdoria, ha detto la sua sulla ripartenza in un’intervista con il Corriere dello Sport: “Sarà un campionato falsato, anomalo, ma deve finire per cause di forza maggiore. Quindi concludiamolo e via, ci aspettano due mesi intensissimi. Peraltro la nostra è stata una delle squadre più colpite dal virus, o forse quella che ha denunciato tutti i casi: vedo questi ragazzi che fanno più fatica di altri a recuperare, prima non era così. Abbiamo fatto dei test, siamo riusciti a valutare chi è rimasto sui livelli di prima e chi ha perso qualcosa”.

“Si riparte e vediamo che succede, senza i tifosi sarà terribile. Il pubblico in una partita di calcio è tutto – ha dichiarato il tecnico dei blucerchiati. – Avere i tifosi accanto sarebbe importante per raggiungere la salvezza. Spero che presto possano tornare: giocare a porte chiuse è come uno spettacolo teatrale senza pubblico. Poi noi abbiamo il vantaggio di avere uno stadio come Marassi dove i tifosi sono a contatto con il campo e si fanno sentire”.

L’allenatore romano sta preparando i suoi ragazzi per il ritorno in campo, attesi da una ripartenza in salita dovendo affrontare prima l’Inter, domenica sera a San Siro per il recupero della 25esima giornata, poi la Roma, tre giorni dopo la sfida con i nerazzurri.

“Il calendario e’ tosto, se va bene entriamo subito in forma. Dobbiamo affrontare queste due partite con spirito positivo, sapendo di andare a incontrare due corazzate. L’Inter l’ho vista bene in Coppa Italia, ha creato tanto, ha pressato tantissimo, ha fatto girare palla velocemente. Ha incontrato solo un grande Ospina. La Roma di Fonseca? Mi piace come si muove in campo, come pressa”.

Ranieri ha parlato anche dell’elevato numero di partite così ravvicinate e dell’introduzione dei cinque cambi, di cui è stato uno dei primi sostenitori: “La Samp ha una rosa che mi permette di poter ruotare i giocatori, non posso far giocare ogni tre giorni la stessa squadra. Grazie alle cinque sostituzioni posso anche dare minuti di riposo, poi nelle prossime partite vedremo chi recupera. Abbiamo un organico importante, sono fiducioso”.

Per quanto riguarda la posizione della Sampdoria, che prima dell’interruzione aveva un solo punto di vantaggio sulla terzultima: “Ci sarà da faticare per raggiungere la salvezza – ha ammesso Ranieri – Anche prima avevamo dovuto faticare per uscire dalla zona rossa. Sapevamo dall’inizio di dover lottare partita dopo partita. Sarà così anche adesso, fino alla fine”.