Roma petrachi
Gianluca Petrachi, direttore sportivo della Roma (Emilio Andreoli - Getty Images Sport)

Prosegue lo scontro interno alla Roma con il ds Gianluca Petrachi sempre più vicino all’addio ai giallorossi. Tanto che, come riporta la Gazzetta dello Sport, il dirigente è stato addirittura sospeso dalla società capitolina.

Dopo lo scontro dei giorni scorsi, culminato in un’intervista di Petrachi a Sky che non è andata giù né alla società né alla squadra, nelle ultime ore le rimostranze del dirigente ex Torino sarebbero proseguite, scondo la Gazzetta, e al club non è rimasta altra scelta se non sospenderlo. Una sorta di mano tesa, considerando che la società avrebbe potuto anche direttamente licenziare Petrachi: tuttavia, è evidente la delegittimazione del dirigente, con l’addio praticamente segnato.

In seguito è arrivata la conferma della Roma: “L’AS Roma comunica che Gianluca Petrachi è stato sospeso dalle sue mansioni di Direttore Sportivo con effetto immediato. L’allenatore e la squadra saranno guidati direttamente da Guido Fienga, CEO del Club”, si legge in un tweet del club.

In casa Roma, tuttavia, stavano già pensando a una possibile soluzione, sostituendo Petrachi con Morgan De Sanctis, aiutato sempre dal lavoro in  sordina di Franco Baldini. L’ex portiere, dopo l’esperienza con l’Associazione Calciatori, ha dimostrato qualità nella ristrutturazione del settore giovanile, poi tutto dipenderà dal mercato, ovvero dalle cessioni che riuscirà a fare e, soprattutto, se Pallotta cederà la società.