dove vedere Venezia-Frosinone Tv streaming
Luca Fiordilino, centrocampista del Venezia (Foto: Emilio Andreoli - Getty Images Sport)

Il Venezia si trova a dover affrontare il primo caso di positività tra i calciatori dopo l’annuncio della ripartenza. Un terzo caso per il club lagunare, dopo che durante il lockdown erano risultati positivi prima il centrocampista Antonio Vacca, unico caso di giocatore in Serie B, e poi il direttore generale Dante Scibilia, perfettamente ristabilitisi dalla malattia, come riporta la Gazzetta dello Sport.

Il quinto giro di tamponi che il gruppo-squadra del Venezia ha effettuato venerdì mattina, seguendo le disposizioni del protocollo sanitario, ha rivelato la positività in un giocatore della rosa. Il Venezia, appresa la notizia, ha adottato immediatamente le contromisure: il club di Duncan Niederauer ha innanzitutto annullato l’allenamento di ieri mattina per evitare nuovi contatti sul campo e ieri in tarda serata ha convocato staff tecnico e giocatori per un “isolamento fiduciario” in un albergo, avvertendo gli organi competenti dell’evolversi degli avvenimenti della giornata.

Oggi la società ha comunicato l’esito del sesto giro di tamponi, effettuato 24 ore prima rispetto al programma, che ha confermato la positività di un calciatore al Covid 19, mentre tutti gli altri test effettuati hanno dato esito negativo. Una notizia positiva, momentaneamente, visto che nella seduta di sabato gli arancioneroverdi si sono regolarmente allenati e il soggetto risultato positivo è entrato in contatto con staff tecnico, compagni e gli altri componenti del gruppo squadra.

Sempre in giornata, il Venezia attende di ricevere ulteriori indicazioni operative da parte degli organismi competenti e la partita di sabato a Trieste contro il Pordenone potrebbe essere a rischio, perché fino a ieri sera non era ancora stata ufficializzata la modifica al protocollo sanitario per cui solo il soggetto risultato positivo va in isolamento, mentre il resto della squadra va in ritiro in una struttura concordata con la possibilità di allenarsi, ma potrà disputare la partita, dopo aver effettuato un altro giro di tamponi alla mattina del match. Una situazione delicata esplosa proprio alla vigilia della ripresa del campionato di Serie B con il recupero in programma domani pomeriggio tra Ascoli e Cremonese.