dove vedere LIverpool-Everton Tv streaming
Carlo Ancelotti, neo tecnico del Liverpool (Foto: Michael Regan - Getty Images Sport)

Rinuncia stipendi Everton – Carlo Ancelotti e molti dei giocatori dell’Everton hanno rinunciato a parte degli stipendi relativi ai mesi di lockdown per consentire al club di Liverpool di affrontare la crisi finanziaria e per far sì che fossero garantiti i salati ai dipendenti della società.

L’iniziativa è stata annunciata dall’amministratore delegato del club, Denise Barrett-Baxendale, che, in una mail inviata ai tifosi dell’Everton, ha spiegato che il tecnico italiano e molti giocatori, in via del tutto volontaria, hanno rinunciato tra tagli netti e differimento dello stipendio a una media del 30 per cento degli ingaggi, con punte in alcuni casi del 50.

“Questa straordinaria dimostrazione di unità ha permesso al club di pagare interamente gli stipendi di tutti i dipendenti a tempo pieno e parziale e ha permesso al club di continuare a pagare il suo personale a tempo determinato, dall’inizio della quarantena dello scorso 13 marzo.”

Come detto la rinuncia ha permesso di pagare gli stipendi dei dipendenti e una parte dei risparmi è stata utilizzata anche per la campagna “Blue Family”, con la quale il club fornisce sostegno alle persone vulnerabili della comunità. All’iniziativa hanno preso parte anche i tifosi che hanno donato 400 mila dollari al fondo, rinunciando al rimborso dell’abbonamento.

Nel frattempo i Toffees sono tornati in campo per prepararsi per la ripresa della Premier League. Gli uomini di mister Ancelotti torneranno in campo il 21 giugno per il derby col Liverpool, che potrebbe laurearsi campione d’Inghilterra se il City perdesse contro l’Arsenal il 17 giugno. La Premier sta discutendo in questi giorni se far disputare la stracittadina a Goodison Park, viste le preoccupazioni per possibili assembramenti di tifosi fuori dallo stadio. Una decisione è attesa nelle prossime ore. L’ipotesi più accreditata resta quella di giocare in campo neutro a Southampton.