Il Barcellona spinge per la riapertura parziale del Camp Nou
(Photo by JOSEP LAGO/AFP via Getty Images)

Il Barcellona spinge per riaprire in parte il Camp Nou ai propri tifosi, nelle cinque partite che restano da giocare (contro Leganes, Athletic Bibao, Atletico Madrid, Espanyol e Osasuna di Pamplona).

La Liga, con un progetto a lunga scadenza, lavora alla riapertura parziale degli stadi (30% di tifosi) a settembre, punta alla percentuale del 50% a novembre e al 100% a gennaio 2021, compatibilmente con impreviste appendici del Covid-19.

Nell’attesa di provvedimenti ufficiali, il Barca, però, lavorerebbe a una riapertura parziale nell’immediato e pensa ad un portale sul quale i tifosi abbonati possono dichiarare di essere disposti (con o senza famiglia) ad assistere a una delle cinque partite restanti.

In caso di eccessive richieste si procederebbe a un sorteggio, tuttavia i 100 mila posti del Camp Nou permettono una gestione ampia degli spazi.

Naturalente manca al momento la cosa più importante: l’autorizzazione delle autorità governative e calcistiche.

PrecedenteMediapro sbarca in Ligue 1: nasce Telefoot
SuccessivoLe Iene a Lotito: «Video non diffuso da noi, risponda nel merito»