Mancini, Spadafora, Gravina e Bonucci (Photo by Claudio Villa/Getty Images)

“Al momento il Cts esclude che si possa allentare la quarantena”: lo ha detto il ministro dello Sport, Vincenzo Spadafora, annunciando la ripartenza della serie A il 20 giugno. Nell’incontro con la Figc e le sue componenti, ha spiegato Spadafora, si è parlato anche della possibilita’ di positivita’ sul percorso della ripresa.

“La Figc è ben consapevole e mi ha assicurado di avere un piano B e anche un piano C”, Quanto a eventuali positività, “il Cts ha confermato oggi la necessità imprescindibile della quarantena fiduciaria nel caso in cui un calciatore dovesse risultare positivo, cosa che chiaramente non ci auguriamo”.

“Ho chiesto alla Federcalcio se avesse chiaro il fatto che, qualora l’emergenza sanitaria tornasse con curve di contagio diverse dalle attuali, una cosa che non ci auguriamo, si dovrebbe di nuovo sospendere il campionato. La Figc mi ha assicurato che esiste un piano B con playoff e playout e un piano C con la cristallizzazione delle classifiche al momento dell’eventuale sospensione. Le scelte su piano B e piano C non spettano a me ma sarà la Figc in autonomia a studiare le soluzioni alternative nel Consiglio federale del 4 giugno”, ha concluso Spadafora.