atalanta quanto vale punto champions
Il gol di Pasalic per l'1-1 dell'Atalanta contro il Manchester City (Photo by MIGUEL MEDINA/AFP via Getty Images)

Un affitto che incide relativamente poco sugli incassi per l’Atalanta. Nel bilancio al 31 dicembre 2019 della società nerazzurra infatti viene resa nota la cifra pagata per giocare la Champions League a San Siro.

Nel dettaglio, si legge infatti che tra i costi di locazione degli impianti sportivi c’è anche quello relativo allo “stadio Meazza dove l’Atalanta ha disputato le gare casalinghe della Fase a Gironi della Uefa Champions League 2019/20”, con un costo pari a 848.870 euro.

Dall’altro aspetto, la partecipazione alla Champions League per la prima volta nella storia della società nerazzurra ha portato a ricavi dal botteghino pari a 3.988.036 euro per le partite interne disputate a San Siro. Cifra rilevante per il bilancio dell’Atalanta, considerando che tra abbonamenti e botteghino la Serie A ha garantito complessivamente 4.900.710 euro di ricavi per tutta la stagione, contro le sole tre partite di Champions.

Sarà inserito nel bilancio al 31 dicembre 2020 invece il dato relativo al botteghino per la gara d’andata degli ottavi di finale contro il Valencia (probabilmente l’ultimo incasso stagionale, considerando lo stop e la ripresa senza tifosi post-emergenza): secondo le cifre rese note dalla società nerazzurra, l’incasso è stato pari a 2.618.951 euro. Numeri che si aggiungono ai ricavi complessivi per la partecipazione alla Champions League 2019/20, in attesa dell’eventuale ripresa.

Market pool 1 5,0
Partecipazione 15,3
Ranking storico 3,3
Bonus risultati 6,3
Bonus ottavi 9,5
Bonus quarti 10,5
Bonus redistribuito 0,5
Totale 50,4