Ligue 1 (Photo credit should read PASCAL PAVANI/AFP/Getty Images)

Un giudice del Tribunale amministrativo di Parigi ha respinto i ricorsi presentati contro lo stop del campionato, la Ligue 1, deciso dal governo. A rivolgersi alla Corte erano state Tolosa e Amiens, le due società retrocesse a tavolino in quanto ultime in classifica, e il Lione, che in base a questa decisione non potrà giocare in Europa.

Al momento dello stop, mancavano dieci giornate alla fine del campionato e ora la decisione del tribunale parigino assegna il titolo del 2020 al Psg e manda in serie B Tolosa e Amiens, al cui posto salgono dal torneo cadetto Lorient e Lens , che erano ai primi due posti quando il loro campionato è stato interrotto.

Il giudice “ha logicamente ritenuto che la decisione presa il 30 aprile scorso possa essere impugnata solo presso il Consiglio di Stato”, è scritto in una nota della lega calcio francese (Lfp).

Nel suo ricorso il Lione sosteneva di non agire per tutelare i propri interessi, ma quelli di tutto il calcio francese che, sostiene il club, dallo stop del torneo subirebbe una perdita di 900 milioni di euro.