dove vedere Lazio-Udinese Tv streaming
Simone Inzaghi, allenatore della Lazio (Foto: Image Sport / Insidefoto)

Simone Inzaghi sarà l’allenatore della Lazio per altre tre stagioni. Non è ancora ufficiale, ma i contratti sono già stati preparati, si attende solamente la firma che arriverà dopo che saranno limati gli ultimi dettagli. Alla prossima, per la quale era già sotto contratto, se ne aggiungeranno altre due, con nuova scadenza fissata dunque al 2023.

Il nuovo accordo prevede, oltre al prolungamento, un ritocco importante all’ingaggio dell’allenatore che guadagnerà 2,5 milioni di euro a stagione più bonus di varia natura, un aumento di circa mezzo milione che mister Inzaghi si è guadagnato portando la Lazio a giocarsi lo scudetto, oltre alla vittoria della Coppa Italia e della Supercoppa.

Un rinnovo meritato, con il quale la società ha voluto allontanare le mire di grandi club, anche stranieri, blindando il suo allenatore. Col nuovo accordo Inzaghi pone le basi per diventare l’allenatore di più lunga militanza nella storia della Lazio. Un traguardo che, in realtà, taglierà già al termine di questa stagione se si dovesse ricominciare. Perché gli mancano 12 partite per superare come numero di panchine Dino Zoff, che al momento è il tecnico laziale con più presenze in gare ufficiali.

La nuova intesa aumenterà i poteri di Inzaghi che non saranno più limitati ai confini del rettangolo verde, ma si sposteranno anche all’esterno. Il tecnico vedrà aumentate le sue sfere d’influenza, trasformando il suo ruolo in quello di un manager alla inglese, avendo voce in capitolo anche per quanto riguarda il mercato.