Klopp ripresa Premier League
Jurgen Klopp, tecnico del Liverpool (Foto Cesare Purini / Insidefoto)

Sono stati numeri da record quelli messi a segno dal Liverpool in questa stagione di Premier League, grazie ai quai i Reds erano ormai diretti, in modo quasi del tutto incontrastato verso il titolo, risultato che mancava ormai da anni nonostante la Chamoions League conquistata recentemente. Questo non poteva che essere una naturale conseguenza del lavoro fatto da Jurgen Klopp in questi anni, che ha saputo far crescere il gruppo in modo graduale rendendolo una delle formazioni più temibili in atria e non solo.

Ora che non c’è ancora chiarezza sulla ripresa del massimo campionato inglese non si sa ancora cosa ne sarà dei punti conquistati da Salaha e compagni nei mesi passati. Per la matematica, infatti, mancherebbero pochissimi punti per aggiudicarsi il titolo. Al di là del trofeo, il tecnico tedesco vorrebbe, per il bene di tutti, che il calcio possa riprendere il prima possibile (non ci sono date certe, ma sono stati eseguiti i tamponi in vista della ripresa degli allenamenti): “La cosa più importante al momento era affrontare questa crisi, cancellare il campionato sarebbe stato tuttavia ingiusto” – ha detto in un’intervista esclusiva concessa ai microfoni della Bild.

L’allenatore prova però a prendere con filosofia la situazione di classifica della sua squadra: “Ci sono cose peggiori nella vita rispetto alla mancata vittoria di un campionato. Molte persone hanno problemi economici e di salute, altri sono morte. I nostri centro sportivi sono luoghi sicuri, nessuno potrà infettarsi al loro interno” – ha concluso.