Lega B Andrea Bocelli Foundation
Pallone della Serie B (Foto: Giuseppe Bellini - Getty Images Sport)

Durante il Consiglio Federale, che si riunirà domani alle 12, il presidente della FIGC Gabriele Gravina dovrebbe annunciare lo stop ai campionati dilettantistici, mentre – stando a La Gazzetta dello Sport – lascerà una porta per quanto riguarda la ripresa della Serie B e della Serie C.

Durante la riunione del Consiglio della FIGC non verranno affrontate le questioni riguardanti il piano B (playoff e playout) e C (criteri per le decisioni da prendere in caso di sospensione definitiva), per la conclusione dei campionati.

Il presidente federale vuole tenere il punto anche sugli altri campionati professionistici nonostante la richiesta giunta dall’Assemblea della Lega Pro di dichiarare chiusa la stagione di C e di ufficializzare le squadre promosse in B.

La riunione dei vertici della Lega Pro aveva votato per lo stop del campionato con la promozione delle prime tre dei rispettivi gironi e l’utilizzo del criterio del merito sportivo (la media punti) per determinare la quarta promossa in Serie B, nell’occasione il Carpi. Una votazione che ha acceso le polemiche da parte di diverse squadre in lotta per la promozione tramite i playoff.

Mauro Balata, presidente della Lega di Serie B, è tornato a chiedere di attuare «le riforme necessarie per tenere in sicurezza il sistema e per questo non più rimandabili». Balata promette la disponibilità della Lega B «a intraprendere questo profondo percorso di rinnovamento» e «auspica un’iniziativa forte della Federazione».