Calcio amatoriale Coronavirus
(Photo by Stephen Pond/Getty Images)

La Federcalcio inglese (FA) ha pubblicato le linee guida per l’attività calcistica relativa al calcio di base e a quello dei comuni cittadini, al di fuori della sfera del calcio professionistico.

Attraverso un comunicato, la Football Association ha infatti ricordato che «in linea con la raccomandazione del governo, pubblicata mercoledì 13 maggio, è attualmente consentita la seguente attività calcistica all’aperto:

  • giocare a calcio singolarmente (esercizi individuali o attività di fitness);
  • giocare a calcio con la propria famiglia o altre persone che vivono nella stessa famiglia;
  • un individuo può giocare a calcio con una sola altra persona che non sia della famiglia,
  • allenare un giocatore adulto singolarmente.

Tutte le linee guida sul distanziamento sociale devono essere seguite. Inoltre, è consentito mantenere un campo da calcio in erba o artificiale, purché vengano adottate le distanze sociali e le pratiche igieniche appropriate.

Se un individuo è sintomatico, vive in una famiglia con una possibile infezione da COVID-19 o se si è classificati come estremamente vulnerabili per motivi di salute, la raccomandazione è quella di rimanere a casa. Al momento non è consentita la seguente attività calcistica, in linea con le linee guida del governo:

  • allenare un bambino (U18) di una famiglia diversa singolarmente. Per rispettare la nostra politica di salvaguardia, un bambino deve avere un genitore/tutore con sè, che non contrasti i requisiti di distanza sociale del governo;
  • due o più persone di una famiglia che giocano con una o più persone al di fuori della loro famiglia.

Continueremo a lavorare con il governo e lo sport in Inghilterra per fornire assistenza al calcio di base man mano che la strategia di ripresa dal COVID-19 del governo passerà alla fase successiva».