Ligue 1 (Photo credit should read PASCAL PAVANI/AFP/Getty Images)

In seguito alla decisione del governo francese, comunica ieri dal presidente Édouard Philippe, di non riprendere le competizioni professionistiche, la Federcalcio francese ha riunito il proprio comitato esecutivo per prendere atto del provvedimento varato dai vertici nazionali e studiare gli sviluppi per il football transalpino.

La FFF ha rilasciato un comunicato nel quale dichiara di aver preso atto dell’impossibilità di organizzare partite e riprendere perciò gli attuali campionati della stagione 2019-2020, sospesa dal 13 marzo.

Per quanto riguarda il campionato e la Nazionale femminile, gestita direttamente dalla FFF, la Federcalcio ha comunicato: “Rilevata l’impossibilità di continuare la stagione nel quadro di queste nuove misure sanitarie, nel prossimo incontro del Comitato esecutivo, specificheremo le regole di gestione per la stagione 2019-2020 e decideremo sulle condizioni per il riavvio della stagione 2020-21. Presto verrà inoltre presa una decisione in merito allo sviluppo delle condizioni sanitarie relative alla riprogrammazione delle finali della Coppa di Francia maschile e femminile di questa stagione”.

Il Comitato esecutivo della Federazione calcistica transalpina ha inoltre invitato la Lega calcio a informarlo al più presto delle conseguenze sportive che intende trarre dalla situazione per chiudere i campionati di Ligue 1 e Ligue 2 e avviare un’imminente valutazione per progettare la stagione 2020-21 alla luce dei dettagli che il governo porterà nei prossimi giorni. La FFF ha comunicato che presterà particolare attenzione all’equità sportiva e alla fattibilità economica delle direzioni che saranno raccomandate dalla Lega.