Diretta gol: risultati partite streaming in tempo reale (Foto Andrea Staccioli / Insidefoto)
(Foto Andrea Staccioli / Insidefoto)

L’emergenza coronavirus ha portato alla necessità di rivoluzionare i calendari del calcio mondiale, portando alla luce un divergenza di visioni tra Uefa e FIFA.

Da una parte la Federcalcio europea vorrebbe portare a termine Champions ed Europa League. L’idea è di concludere le competizioni continentali in agosto e dare il via alla nuova edizione nel prossimo autunno con un ritardo contenuto.

Come riporta la Repubblica, l’Uefa ha comunicato alle 55 federazioni europee la linea che domani, nel comitato esecutivo, il presidente Ceferin ratificherà: terminare i campionati entro il 3 agosto se necessario cambiandone il format, aprendo alla possibilità di playoff e playout, per poi portare a conclusione Champions ed Europa League seguendo il format tradizionale: gare di andata e ritorno sia per quarti che semifinali, senza final-eight e final-four in gara secca e campo neutro. L’obiettivo è di disputare la finale di Champions il 29 agosto a Istanbul, mentre quella di Europa League il 27 agosto a Danzica. La Champions League 2020-21 comincerebbe il 20-21 ottobre. L’Europa League il 22 ottobre.

Un programma studiato a tavolino che però dipende dalla ripartenza dei campionati e dall’andamento della pandemia: nel frattempo i top 5 tornei nazionali sono al lavoro per trovare il modo per tornare in campo entro la fine di maggio.

Se invece la ripresa slittasse intorno a settembre e la chiusura delle coppe a ottobre si aprirebbe lo scenario gradito invece alla Fifa, ovvero cominciare la stagione 2020-21 alle soglie dell’inverno, ridisegnando una stagione che segua l’anno solare e che conduca secondo inedita scansione al Mondiale di novembre- dicembre 2022 in Qatar.

Il programma della Federcalcio mondiale sarebbe così strutturato: a metà novembre- inizio dicembre 2020 via alla nuova stagione, a maggio 2021 fine delle coppe e dell’andata dei campionati, poi Europeo e Olimpiadi, da ottobre 2021 ad aprile 2022 coppe e girone di ritorno. Stessa formula per il 2022-23, col Mondiale in Qatar in mezzo e la nuova appendice, a luglio 2023, di quello per club a 24 squadre.