(Photo by Pier Marco Tacca/Getty Images)

“Se riprenderà il campionato, stavolta prenderemo seriamente in considerazione questa opportunità di trasmettere le partite in chiaro per garantire a tutti gli italiani la possibilità di vedere i match, proprio per la funzione sociale che ha il calcio”. Lo ha dichiarato il ministro per le politiche giovanili e lo sport Vincenzo Spadafora intervenuto a Tg2 Post.

“Quando ho provato a fare questa cosa nel periodo di massima emergenza, ho avuto un confronto a dir poco acceso con l’amministratore delegato di Sky e con il presidente della Lega Serie A”, ha aggiunto Spadafora.

“È un tema molto spinoso: quando il mondo del calcio non vuole decidere per motivi economici dice che è il Governo che deve farlo; quando invece il Governo interviene a gamba tesa, il mondo del calcio rivendica autonomia. Bisogna mettere ordine tra società, lega, televisioni e diritti tv”, ha concluso.