(Photo by GABRIEL BOUYS/AFP via Getty Images)

I diritti televisivi 2021-2024 per la UEFA Champions League in Spagna sono stati assegnati a Movistar+. Lo riporta Palco 23, spiegando che la gara non è ancora chiusa, ma fonti molto vicine all’ambiente UEFA assicurano che il gruppo si è imposto su DAZN e altri attori in gara.

La cifra di acquisto – aggiunge Palco 23 – non supererà i 360 milioni di euro a stagione che Movistar+ versa già attualmente per la competizione (oltre un miliardo di euro). Una volta chiuso il bando, Movistar sarà per la prima volta direttamente titolare dei diritti, dato che per il 2018-2021 li ha rilevati da Mediapro.

La UEFA dovrà dunque accontentarsi. La sua speranza era che DAZN presentasse un’offerta al rialzo su alcuni dei nuovi pacchetti creati, ma la gara è stata contemporanea allo scoppio dell’emergenza COVID-19, che ha costretto l’OTT britannica a ridimensionare le proprie ambizioni.

Con questa mossa Movistar+ potrà continuare a puntare sul calcio come elemento principale per attrarre gli abbonati. Nel caso della competizione continentale, resta da vedere come la piattaforma riconfigurerà la sua offerta di canali, o se una volta in suo possesso, offrirà in sublicenza alcuni pacchetti a servizi come DAZN, Mitele o altri potenzialmente interessati.

Questo contratto consentirà a Telefónica – proprietaria di Movistar+ – di raggiungere il suo obiettivo di razionalizzare gli investimenti in diritti sportivi e di dare seguito alla massima: «Siamo disposti a continuare, ma non a tutti i costi».