Premier League diritti tv pallone (Photo by Alex Livesey/Getty Images)

Le due principali reti televisive Sky Sports e BT Sport chiederanno alla Premier League il diritto di trasmettere più partite la prossima stagione rispetto a quelle consentite ai sensi del loro contratto. Una soluzione studiata per non richiedere un enorme sconto dopo lo stop di questa stagione causato dalla pandemia.

L’accordo triennale di 5 miliardi prevede che Sky Sports possa trasmettere 128 partite in diretta ogni stagione e BT Sport altre 52 gare, ma entrambe pianificano di ottenere un extra per la prossima stagione mentre cercano di riconquistare i clienti che hanno sospeso i loro abbonamenti durante la quarantena.

Qualsiasi modifica all’accordo esistente dovrebbe essere approvata da Ofcom, gestore dei regolamenti riguardo alle quote di mercato. Date le circostanze straordinarie è improbabile che l’autorità di regolamentazione dei media ostacoli le proposte volte a fornire più contenuti agli spettatori.

Complessivamente, considerando anche le 20 gare che trasmette live Amazon Prime, sono trasmesse in tv nel Regno Unito soltanto 200 partite a stagione, sulle 380 previste a campionato: poco meno del 50% delle gare ogni stagione possono essere così seguite in Inghilterra solo allo stadio o tramite le radiocronache.