anticipazioni terza maglia atletico madrid 2020-2021
(Photo by Denis Doyle/Getty Images)

Anche i calciatori dell’Atletico Madrid si tagliano lo stipendio per aiutare il club – e tutti i suoi impiegati – a fare fronte all’emergenza Coronavirus. Lo ha annunciato la stessa società in un comunicato stampa:

«La cessazione dell’attività dovuta alla dichiarazione dello stato di allarme in Spagna, a seguito della crisi sanitaria Covid-19, ha portato l’Atlético Madrid a studiare misure per salvaguardare la redditività economica del club. A causa di questa complicata situazione, e sempre allo scopo di garantire il futuro dell’entità, il club ha preso la decisione di presentare un ERTE (misura temporanea che consente di sospendere i contratti di lavoro)», si legge nella nota.

«La rosa e il personale tecnico della prima squadra maschile comprendono la necessità per il club di presentare il summenzionato ERTE, ne rispettano le condizioni e caricano il conseguente impatto economico sul proprio reddito.

Tutti i membri della prima squadra hanno firmato un accordo interno con il club che definisce due diversi scenari a seconda dell’esito della stagione 2019/20. La decisione comporterà una riduzione del 70% degli stipendi dei tecnici e dei giocatori della prima squadra maschile, della prima squadra femminile e dell’Atlético Madrid B, durante lo stato di allarme.

Fin dall’inizio, l’obiettivo del club nello studio delle possibili misure per far fronte a questa delicata situazione è stato minimizzare il più possibile gli effetti sugli stipendi dei propri dipendenti. L’accordo raggiunto con la prima squadra consentirà inoltre di integrare lo stipendio di 430 dipendenti interessati dall’ERTE, un provvedimento dal quale sono esclusi solo i giocatori e i tecnici delle squadre professionistiche.

Per rendere possibile tutto questo, la prima squadra contribuirà per metà dell’importo necessario e i membri del comitato direttivo del club, composto dal CEO e dai direttori delle diverse aree, per l’altra metà».