A general view of Goodison Park during the Premier League match between Everton and Brighton & Hove Albion at Goodison Park on November 3rd 2018 in Liverpool, England. (Photo by Tony Taylor/phcimages.com) Foto PHC Images / Insidefoto ITALY ONLY

Il membro del consiglio di amministrazione dell’Everton Sasha Ryazantsev ha spiegato che ci sono molte probabilità che le partite della Premier League si giocheranno a porte chiuse nelle prossime settimane per l’emergenza legata al coronavirus.

Tutte le partite di Serie A devono essere giocate senza tifosi per i prossimi 30 giorni dopo che il governo italiano ha delineato gli ultimi piani per frenare il peggior focolaio di coronavirus in Europa. E giovedì gli organizzatori del Sei Nazioni hanno confermato che la partita in casa dell’Italia contro l’Inghilterra il 14 marzo è stata rinviata a causa della crisi legata al virus.

Il Newcastle la scorsa settimana ha vietato ai propri giocatori di stringersi la mano l’uno con l’altro proprio per la paura di contagio, ma le partite di calcio in Inghilterra non sono state fermate.

Tuttavia, il capo delle finanze di Everton, Sasha Ryazantsev, ha dichiarato al Summit FT Business of Football di Londra che i fan avrebbero capito perché le partite dovevano essere giocate a porte chiuse o posticipate se tale decisione fosse stata presa in seguito allo scoppio.

“L’intera situazione va ben oltre il mondo dello sport. Ovviamente nessuno vuole giocare a porte chiuse e non credo sia certo che questo accada, ma riteniamo sia molto probabile che possa accadere nelle prossime settimane. Se dovesse succedere non si tratta di soldi, ma di prendersi cura dei nostri sostenitori. Credo che lo capiranno. Credo che avrà un impatto finanziario negativo sul club e sul calcio, ma temporaneo piuttosto che duraturo.”

SEGUI LIVE 3 PARTITE DI SERIE A TIM A GIORNATA SU DAZN. ATTIVA SUBITO IL TUO ABBONAMENTO

 

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here