rinvio Gran Premio Cina Formula Uno
Monoposto Formula Uno in pista (Foto Imago/Insidefoto)

Ormai da qualche tempo la voce era nell’aria, ma ora è diventata ufficiale: rinviato, almeno per ora a data da destinarsi, il Gran Premio di Cina di Formula Uno, previsto a Sahngai il prossimo 19 aprile. La decisione è stata ufficializzata dalla FIA, che in questa fase si è limitata a sottolineare di auspicare che si possa recuperare “prima possibile”. Anche per la prima gara in Vietnam, il 5 aprile sulla pista di Hanoi, si fa perà concreto lo spettro della cancellazione.

Il mondiale rischia così di perdere due appuntamenti, considerati tra l’altro strategici per un mercato dell’auto importante come quello asiatico. L’espandersi del coronavirus, che appare inarrestabile nonostante le precauzioni sanitarie a livello mondiale, fa perà sempre più paura ed i medici insistono sulla necessità di evitare assembramenti di pubblico in zone a forte rischio.

“Ci auguriamo di poter correre in Cina quanto prima possibile, esprimendo i nostri auguri per il meglio alla popolazione locale in questo momento difficile – si legge nel  comunicato della Federazione internazionale, che pesa come una pietra tombale sull’avvenimento, almeno per quest’anno. Sembrava però praticamente impossibile che la questione potesse essere affrontata diversamente.  Il numero di decessi e contagiati sale ogni giorno e Shanghai si trova a soli 500 chilometri da Wuhan, dove l’epidemia è esplosa. Era inevitabile che la Fia accogliesse la richiesta, avanzata dalla stessa Federazione automobilistica cinese e dall’assessorato allo sport di ShanghaiNanchino sono stati annullati.

“In vista della continua diffusione del nuovo coronavirus e dopo consultazioni con la Federazione automobilistica cinese e l’assessorato allo sport di Shanghai, il promotore del Gran premio, Juss Sports Group, ha chiesto ufficialmente alla Fia il rinvio della gara e la federazione, insieme alla Formula 1, hanno deciso congiuntamente di accogliere la richiesta e di rinviare il Gp previsto per il 19 aprile”. “Tale decisione – spiega la Fia – è stata adottata per garantire la salute e la sicurezza di tutte le persone coinvolte nell’evento e dei tifosi. Fia, Formula 1, Camf, autorità locali, promotori e team – si sottolinea infine – continueranno a lavorare per individuare potenziali altre date per il Gran premio nel corso dell’anno, qualora la situazione dovesse migliorare. La situazione globale relativa al virus continuerà a essere monitorata dalla Fia per quanto riguarda altri eventi sportivi”.

Una curiosità: il rinvio causa anche lo slittamento del Gp numero 1.000 per la Ferrari, che ha dato nome all’ultima monoposto di Maranello.

 

SEGUI LIVE 3 PARTITE DI SERIE A TIM A GIORNATA SU DAZN. ATTIVA SUBITO IL TUO ABBONAMENTO