Berlusconi Milan
Silvio Berlusconi (Foto Samantha Zucchi Insidefoto)

Intervistato nella giornata di ieri da “Il Corriere della Sera”, Silvio Berlusconi – ex patron del Milan – ha toccato diversi argomenti, parlando tra le altre cose anche dello stadio San Siro: «Per me come per tutti è un santuario, il nostro santuario», ha spiegato Berlusconi.

«Non è solo uno degli stadi più belli del mondo – ha aggiunto l’ex presidente del club rossonero –, è il teatro nel quale si sono giocate sfide storiche, tanto è vero che viene definito “la Scala del calcio”. È anche il luogo dove da bambino, tenuto per mano da mio padre, andavo trepidante la domenica a soffrire, a piangere o a esultare con lui per il “nostro” Milan».

Tuttavia, Berlusconi è consapevole della necessità di un rinnovamento per i due club milanesi: «Mi rendo conto che in tutta Europa i club più importanti si sono costruiti degli stadi modernissimi, prestigiosi, con un’infinità di servizi».

«Probabilmente – ha concluso – è venuto il momento di imboccare questa strada anche a Milano, ferma restando tuttavia, per me, precisa condizione: San Siro non può essere semplicemente demolito. Deve diventare il museo della storia nostra e dell’Inter, davvero la nostra Scala del calcio, un rifugio della nostra memoria e del nostro cuore».

SEGUI LIVE 3 PARTITE DI SERIE A TIM A GIORNATA SU DAZN. ATTIVA SUBITO IL TUO ABBONAMENTO

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here