L’Espanyol ha deciso di bandire 12 tifosi dal proprio stadio dopo che questi sono stati identificati come autori di insulti razzisti nei confronti di Iñaki Williams, calciatore dell’Athletic Bilbao. Il club ha anche trasmesso il proprio report alla polizia locale nel caso fosse necessario prendere ulteriori provvedimenti.

L’episodio risale al momento della sostituzione di Williams durante Espanyol-Athletic Bilbao, quando il calciatore è stato oggetto di insulti e ha riferito quanto accaduto ai compagni presenti in panchina. Testimonianza supportata da quanto è stato possibile vedere nei filmati registrati dalle telecamere.

Come riporta il “Guardian”, nessuna misura è stata adottata durante il match, poiché il protocollo prevede che l’arbitro o i delegati assistano direttamente agli insulti. Tuttavia, la Liga, la Federazione e l’Espanyol hanno successivamente indagato su quanto accaduto.

Proprio il club di Barcellona ha annunciato che «dopo un’analisi esauriente delle immagini video», ha identificato 12 sostenitori nei settori 107 e 108. Nove di loro sono titolari di abbonamenti, mentre altri tre sono stati descritti come «occasionali acquirenti di biglietti». Il rapporto verrà trasmesso al comitato disciplinare del club con l’intenzione che nessuno di questi tifosi possa più prendere parte alle gare dell’Espanyol. Ai nove possessori di abbonamenti verrà revocata la sottoscrizione e nessuno di loro potrà acquistare i biglietti.

SEGUI LIVE 3 PARTITE DI SERIE A TIM A GIORNATA SU DAZN. ATTIVA SUBITO IL TUO ABBONAMENTO