Stipendio Ibra Milan
Zlatan Ibrahimovic (Foto Insidefoto Andrea Staccioli)

Stipendio Ibra Milan – Quanto guadagnerà Zlatan Ibrahimovic al Milan? Le cifre riportate sulla stampa dopo la notizia dell’imminente accordo tra il club rossonero e l’attaccante svedese per il suo ritorno a Milano sono, al momento, discordanti.

Se nelle scorse settimane si parlava di uno stipendio netto di circa 2 milioni di euro dal 1° gennaio al 30 giugno 2020 e di 4 milioni netti per la stagione 2020-2021, nel caso scattasse l’opzione per prolungare il contratto fino al 30 giugno 2021, oggi i quotidiani in edicola indicano cifre più elevate, anche se tra loro discordanti.

Stipendio Ibra Milan, le indiscrezioni dei quotidiani

Secondo la Gazzetta dello Sport, ad esempio, lo stipendio di Ibra al Milan sarà intorno ai 3 milioni di euro netti da qui a fine campionato e 4,5 milioni di euro nella stagione 2020-2021, nel caso in cui il contratto delle svedese venisse prolungato in base ai termini dell’accordo.

Secondo Repubblica, invece, Maldini e Boban avrebbero proposto un contratto su misura per Ibra al procuratore Mino Raiola con uno stipendio di 4 milioni di euro netti per i primi sei mesi, più eventuale estensione di un anno a 7 milioni, vincolata al numero delle presenze e dei gol.

In linea con le indicazioni della Gazzetta, invece, le cifre riportate dal Corriere della Sera, che parla di uno stipendio per Ibra di 3 milioni di euro netti fino al 30 giugno 2020 e di 5 per la prossima stagione (bonus compresi).

Stipendio Ibra Milan, il peso sui conti del club

L’intenzione delle parti è quella cercare di ottenere gli sconti fiscali previsti dal Decreto Crescita, una norma già utilizzata nella sessione estiva del calciomercato in Serie A per mettere sotto contratto diversi calciatori provenienti dall’estero.

Ma per ottenere questo vantaggio è indispensabile che Ibrahimovic dimostri all’Agenzia delle Entrate di avere un rapporto di lavoro da dipendente in Italia per almeno due anni solari.

Per questo motivo, scrive ad esempio la Gazzetta dello Sport, la dirigenza del Milan sarebbe pronta a prolungare il contratto di Ibrahimovic anche per la stagione 2022-2023, magari non più da calciatore, visto che nel frattempo avrà superato la soglia dei 40 anni, ma con un ruolo di rappresentanza nel club.

SEGUI LIVE 3 PARTITE DI SERIE A TIM A GIORNATA SU DAZN. ATTIVA SUBITO IL TUO ABBONAMENTO

3 COMMENTI

  1. I giornali scriveranno 4 5 6 7 milioni, per mantenergli la fama e il prestigio, ma io credo che il Milan non gli dia niente o quasi.
    Ibrahimovivc ha 38 anni, ha avuto una rottura del crociato a 36 anni, dopo la quale ha praticamente smesso di giocare a calcio ad alto livello, andando in USA.
    Ha bisogno, per continuare a fare il testimonial di prodotti commerciali e per prendere qualche “click” dai “followers” di essere ancora un giocatire in un Club e il Milan bene o male è un Club con un nome importante.
    Anche al Milan può andare bene, qualcosa di buono Ibrahimovic lo farà, perchè talento ne ha sempre, ma al Milan può andare bene solo circa gratis o quasi.
    E poi forse magari vende anche qualche maglietta…

    • Prima dici che è rotto che non vale più niente e poi che al Milan farà bene. Mah
      E secondo te uno come Ibra che potrebbe farsi pagare alla grande negli USA, Cina, UAE, Qatar, ecc., va al Milan aggratis per questioni sue pubblicitarie? Secondo te per Ibra è così importante il piccolo mercato italiano?
      E poi, con un procuratore come Raiola, stai pur sicuro che non si muove per niente.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here