calendario Serie A Lega Pioli
Ciro Immobile mette a segno la rete del vantaggio contro il Milan (Photo Jonathan Moscrop / Sportimage / Imago / Insidefoto)

Nuova sconfitta ieri per il Milan (la sesta in questo campionato in sole undici gare), che ha dovuto arrendersi alla Lazio, che si è imposta a San Siro con il punteggio di 2-1. Una vittoria che ha posto fine a un digiuno biancoceleste che durava da ormai 30 anni. Nel dopo gara Stefano Pioli, allenatore del Milan, ha sottolineato la prova non del tutto negativa dei suoi, ma non ha mancato di sottolineare quanto non ritenga del tutto corretta la stesura del calendario: i rossoneri, infatti, erano scesi in campo giovedì nel turno infrasettimanale con la Spal, mentre la squadra di Inzaghi il giorno prima. “Chi fa i calendari dovrebbe rispettare di più il Milan” – aveva detto il tecnico.

Non è tardata ad arrivare la risposta in merito da parte della Lega Serie A: l’organismo ha voluto precisare, attraverso l’ANSA, che il calendario del campionato viene redatto con equilibrio tenendo conto degli impegni di tutte le squadre, anche in Europa. La necessità di spalmare le partite lungo il weekend non permette di avere un bilanciamento perfetto ma la volontà è quella di mettere tutti i club nelle condizioni di rendere al meglio.

Secondo lo Statuto della Lega Serie A, inoltre, “non è ammesso reclamo sulla formazione dei calendari, nonché sulla data o sull’ora di inizio delle gare”. Nell’occasione la Lazio ha beneficiato di un giorno di riposo in più, sottolineano fonti della Lega ma nella maggior parte degli incontri precedenti o successivi di Europa League i biancocelesti hanno meno di 72 ore di riposo.

 

SEGUI LIVE 3 PARTITE DI SERIE A TIM A GIORNATA SU DAZN. ATTIVA SUBITO IL TUO ABBONAMENTO