Roma petrachi
Gianluca Petrachi, direttore sportivo della Roma (Emilio Andreoli - Getty Images Sport)

«Non ho ancora ricevuto alcuna comunicazione ufficiale, ma quando la procura federale mi chiamerà spiegherò il mio lapsus linguae». Cosi’ Gianluca Petrachi, ds della Roma, commenta l’indagine della procura Figc sul suo presunto lavoro per conto della società giallorossa quando era sotto contratto con il Torino.

L’inchiesta, aperta dal procuratore Pecoraro, parte da una dichiarazione dello stesso ds, che durante la presentazione di Mikhtaryan parlò di trattative con l’Inter per Dzeko a maggio.

«Purtroppo – ha detto Petrachi, ai microfoni di Sky da Graz, prima della partita di Europa League – non ho rettificato subito dopo quella conferenza il mio lapsus: avevo detto maggio anzichè luglio…L’unico a precisarlo fu Tuttosport, un giornale che nei miei anni torinesi non mi amava certo».

«Purtroppo su questa storia c’e’ chi specula, ma io la affronto col sorriso, e con serenità. Trenta anni di calcio parlano per me».

«Si sta montando un caso inutile, quando nel calcio ci sono altri problemi ben più gravi per i quali non si fa nulla – ha aggiunto Petrachi – E’ giusto che si facciano le indagini, ma sono assolutamente sereno».

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here