(Photo by Paul ELLIS / AFP) (Photo credit should read PAUL ELLIS/AFP/Getty Images)

Il Tribunale di Milano, sezione Imprese, non ha accolto, come anticipato da ilsole24ore.com, il decreto di urgenza presentato da Rai contro Sky in merito alla possibilità per la tv pubblica di continuare a trasmetter anche nella prossima stagione le partite della Champions League in chiaro.

Il giudice, Pier Luigi Perrotti, secondo quanto si apprende non ha ravvisato la sussistenza di un pericolo di danno irreparabile tale da richiedere un provvedimento di urgenza, nulla lasciando intendere sul merito della vicenda.

 

Rai si era rivolta al Tribunale per evitare o sospendere l’esecuzione di contratti tra Sky, titolare dei diritti, e altri operatori per la trasmissione degli stessi contenuti.

Rai, secondo quanto riporta Radiocor, valuterà di procedere a un ricorso nel merito per vedersi riconosciuta la possibilità di esercitare quelle opzioni contrattuali che le consentano di continuare a trasmettere la Champions League sui suoi canali, dopo averla già tramessa nella stagione appena conclusa.

Sky, assistita dallo studio legale Cleary Gottlieb, ritiene che l’opzione non sia più esercitabile dall’emittente pubblica in quanto non si è avverata una delle condizioni previste dal contratto, cioè che il gruppo americano detenesse i diritti sull’intero pacchetto di partite del campionato di Serie A. Sky, con questa clausola, si era dunque riservata di poter rivedere la concessione alla Rai dei diritti in chiaro della Champions League qualora il proprio portafoglio di match di Serie A non fosse completo.

A proposito dei diritti della Champions League in chiaro, da tempo si vocifera che Mediaset sia alla finestra per tenere d’occhio la situazione. Qualora la Rai uscisse sconfitta dalla battaglia legale, il Biscione potrebbe subentrare e accordarsi con Sky per trasmettere le gare della massima competizione europea per club nel 2019/2020.

SEGUI LA COPA AMERICA E LA COPPA D’AFRICA SU DAZN: CLICCA QUI PER ATTIVARE IL SERVIZIO GRATIS PER UN MESE

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here