L'Italia Under 21 (Photo by Claudio Villa/Getty Images)
L'Italia Under 21 (Photo by Claudio Villa/Getty Images)

Domenica 16 giugno inizierà ufficialmente il Campionato Europeo Under 21 d’Italia e San Marino. Le 12 nazionali giovanili più forti del Vecchio Continente si daranno battaglia per il titolo di campione dell’edizione 2019.

Ad aprire le danze sarà la partita delle 18:00 tra Polonia e Belgio in programma al Mapei Stadium di Reggio Emilia ma il match che terrà incollati davanti allo schermo la maggior parte degli appassionati sarà quello delle 21:00 tra Italia e Spagna. Allo Stadio Renato Dall’Ara di Bologna, gli Azzurrini allenati dal commissario tecnico Luigi Di Biagio dovranno vedersela con le giovani Furie Rosse in uno scontro che potrebbe già essere decisivo per gli equilibri del Gruppo A.

Italia-Spagna non è solo la gara del debutto in questa competizione per entrambe le rappresentative: a Bologna, infatti, si sfideranno le due nazionali più titolate di questa competizione. Da una parte gli italiani, che hanno trionfato per ben 5 volte (1992, 1994, 1996, 2000, 2004), dall’altra gli spagnoli con 4 titoli (1986, 1998, 2011, 2013).

Entrambe le selezioni anche in quest’edizione sono molto competitive e vengono date tra le favorite per la vittoria del titolo. L’Italia può contare su una delle rose più forti degli ultimi anni con diversi elementi già nel giro della nazionale maggiore. Tra i convocati di Di Biagio ci sono tanti nomi di spicco: basta guardare l’attacco con Moise Kean Federico Chiesa e Patrick Cutrone. Per non parlare del centrocampo che abbonda di talento con ragazzi giovani ma già di grande esperienza come Barella, Zaniolo e Pellegrini. In difesa spicca la presenza dell’atalantino Mancini, mentre tra i pali il c.t. potrà scegliere tra Audero, Meret e Montipò.

La Spagna si presenta con una formazione meno infarcita di giocatori di Real Madrid e Barcellona: a rappresentare le due grandi de La Liga c’è il solo Dani Ceballos, numero 10 delle Furie Rosse tesserato con i blancos. Altri elementi di spicco sono il trequartista Pablo Fornals, recentemente passato dal Villarreal al West Ham, e l’esterno offensivo della Dinamo Zagabria Dani Olmo. Uno degli uomini più importanti della selezione iberica, tuttavia, si trova a centrocampo ed è il “napoletano” Fabian Ruiz, faro della mediana roja.

Italia-Spagna: le quote per il big match del Gruppo A

Trattandosi di due delle squadre più accreditate alla vittoria della manifestazione (entrambe sono quotate a 5,00 per la vittoria dell’Europeo) è molto difficile stabilire chi potrebbe avere la meglio tra Italia e Spagna. Chi tradizionalmente gioca bolletta avrà già verificato che le quote sono in perfetto equilibrio: l’1 dell’Italia e il 2 della Spagna pagano 2,75 volte la posta iniziale, il pareggio, invece, è quotato a 3,00. Le doppie chance 1X, X2 vengono offerte entrambe a 1,44.

Secondo i bookmakers, nonostante la presenza di tanti giocatori offensivi l’incontro non dovrebbe regalare troppi goal: a testimoniarlo la quota più bassa per l’under 2,5, offerto a 1,65, rispetto al 2,10 dell’over 2,5. Grande incertezza anche riguardo alla possibilità che entrambe le squadre segnino: il goal-goal viene pagato a 1,80, mentre il no-goal è offerto a 1,90.

Analizzate le quote delle giocate più frequenti, passiamo al nostro pronostico. Confrontando le due rose l’Italia sembra poter contare su un pizzico di talento in più nelle individualità e in più avrà dalla sua il calore del Dall’Ara, per cui il consiglio è di puntare sugli Azzurrini.