milan data udienza tas
Esultanza dei giocatori del Milan (Foto Daniele Buffa / Image Sport / Insidefoto)

Non c’è ancora traccia dell’udienza per il Milan davanti al Tas di Losanna contro la sanzione dell’Uefa per la violazione delle norme sul Fair Play Finanziario. Il Tribunale Arbitrale dello Sport ha infatti reso noto oggi il nuovo calendario delle udienze per le prossime settimane, in cui non compare il club rossonero.

Il ricorso presentato dal Milan lo scorso 24 dicembre è quindi ancora nelle fase iniziali e, non essendo finora stata presentata una richiesta d’urgenza, sta venendo analizzato nelle tempistiche classiche dal Tas: motivo per cui nell’elenco delle udienze che si sviluppa fino a  metà agosto non è presente il caso dei rossoneri.

 

La situazione potrebbe quindi cambiare solo in caso di richiesta d’urgenza da parte del club rossonero, altrimenti l’ipotesi più probabile al momento attuale è che il ricorso sulla sanzione per il triennio 2015-17 venga discusso a stagione iniziata.

Una vicenda che potrebbe così frenare ulteriormente anche l’Uefa, che nel frattempo ha fermato il procedimento relativo al 2016-18 proprio per aspettare la decisione del Tas sul ricorso.

Nel dettaglio, la Uefa per il 2015-17 aveva comminato la seguente sanzione: «Se il club non dovesse rispettare il pareggio di bilancio al 30 giugno 2021, sarà escluso dalla partecipazione alla successiva competizione UEFA alla quale dovesse qualificarsi nel corso delle due stagioni successive, 2022/23 e 2023/24. Al club verranno anche trattenuti 12 milioni di euro di profitti della UEFA Europa League 2018/19. Inoltre, non potrà registrare più di 21 giocatori per le competizioni UEFA 2019/20 e 2020/21».

SEGUI LA COPA AMERICA SU DAZN: CLICCA QUI PER ATTIVARE IL SERVIZIO GRATIS PER UN MESE

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here