programmazione weekend DAZN
Serie A (Foto Andrea Staccioli / Insidefoto)

Una “legge Beckham all’italiana”. Così le novità della norma “attira-cervelli” contenute nel Decreto Crescita vengono definite dalla Gazzetta dello Sport, che analizza il potenziale impatto della nuova norma sul calcio italiano.

Nel caso in cui il Decreto passasse indenne dall’approvazione del Parlamento, infatti, potrebbe avere un peso anche sul mondo del pallone. Nel dettaglio, infatti, sarebbero stati allargati i requisiti per accedere allo “sconto fiscale” per chi sposta la propria residenza in Italia non essendo residente nel nostro paese da almeno due anni, ampliandoli anche a chi non è laureato o non è dirigente.

 

In questo modo, si allargherebbe la forbice di chi potrebbe sfruttare l’opportunità fiscale, per cui l’Irpef verrebbe tassata solo sul 30% dell’imponibile, pur rimanendo l’aliquota massima del 43%. E per chi va a risiedere in Basilicata, Campania, Abruzzo, Puglia, Calabria e Sicilia, l’imponibile scenderebbe al 10%: l’impatto potrebbe essere quindi importante anche per il Napoli, considerando le big in Italia.

Un risparmio non di poco conto per i club: con la normativa attuale, uno stipendio netto di 10 milioni pesa sulle casse del club per circa 17,5 milioni di euro lordi. Con l’eventuale entrata in vigore della nuova normativa, per un big proveniente dall’estero il costo scenderebbe a circa 11,5 milioni lordi, con un risparmio di 6 milioni circa.

SEGUI LE PARTITE DELLA SERIE A SU DAZN: CLICCA QUI PER ATTIVARE IL SERVIZIO GRATIS PER UN MESE

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here