Nasser Al Khelaifi, Presidente PSG (Insidefoto)

Il Paris Saint-Germain ha accolto positivamente la decisione del Tas di pronunciarsi a suo favore, come reso noto dalla società in un comunicato.

“Questa decisione invalida il rinvio del caso da parte della CFCB Adjudicatory Chamber alla Camera Investigatoria CFCB e fa seguito al ricorso presentato dal Paris Saint-Germain il 3 ottobre 2018 alla Corte Arbitrale dello Sport”, prosegue il Psg nella nota.

“La decisione presa dalla Camera d’inchiesta CFCB il 13 giugno 2018 è approvata e il Paris Saint-Germain intende ora proseguire il suo sviluppo con fiducia”.

“Il Club ribadisce di aver sempre rispettato le regole e ha sempre risposto con trasparenza alle ripetute richieste della UEFA e del CFCB”, conclude il Psg nel comunicato.


Il Psg ha infatti contro l'Uefa: il Tribunale Arbitrale dello Sport di Losanna ha infatti dato ragione al club parigino, annullando la decisione della Federcalcio europea che voleva tornare ad investigare sui conti della società transalpina nel triennio 2015-2017. Il Tas ha quindi dichiarato chiuso il processo aperto dall'Uefa contro il Psg per il mancato rispetto del Fair Play finanziario.

SEGUI IL CALCIO ESTERO SU DAZN: CLICCA QUI PER ATTIVARE IL SERVIZIO GRATIS PER UN MESE

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here